Rapine nel Catanzarese, presi gli ultimi due componenti della banda

Sono stati arrestati durante la decorsa notte in Romania, ove avevano fatto ritorno sfuggendo alla cattura,  Vasile Marius Voina, 34 anni e Giovanni Lavinio Silaghi, di 28 anni, irreperibili dal 20 febbraio scorso, allorquando i militari del Gruppo Carabinieri di Lamezia Terme davano esecuzione all’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere, emessa su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lamezia Terme, nei confronti di 11 soggetti appartenenti ai due gruppi criminali ritenuti responsabili di furti e rapine perpetrati in danno di uffici postali ed esercizi commerciali del lametino.

L’arresto, in esecuzione del Mandato di Arresto Europeo emesso dal Tribunale lametino, è scaturito a seguito di una prolungata e intensa attività di rintraccio svolta dall’organo di polizia romeno attivato dai Carabinieri di Lamezia Terme grazie alla collaborazione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia. Una sinergia info – investigativa che ha permesso, in poco tempo, di rintracciare i due soggetti presso le città di Manasturel e Bistrita, al confine con l’Ucraina. È stata così completamente disarticolata la banda composta dai sette giovani rumeni che aveva messo a segno in poco tempo diversi furti perpetrati con il metodo della cd. “spaccata” in danno di esercizi commerciali siti lungo la fascia tirrenica delle province di Cosenza e Catanzaro.

L’arresto, in esecuzione del Mandato di Arresto Europeo emesso dal Tribunale lametino, è scaturito a seguito di una prolungata e intensa attività di rintraccio svolta dall’organo di polizia romeno attivato dai Carabinieri di Lamezia Terme grazie alla collaborazione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia. Una sinergia info – investigativa che ha permesso, in poco tempo, di rintracciare i due soggetti presso le città di Manasturel e Bistrita, al confine con l’Ucraina. È stata così completamente disarticolata la banda composta dai sette giovani rumeni che aveva messo a segno in poco tempo diversi furti perpetrati con il metodo della cd. “spaccata” in danno di esercizi commerciali siti lungo la fascia tirrenica delle province di Cosenza e Catanzaro.

Lo stesso gruppo criminale che, la notte del 17 febbraio 2018, si introduceva in una ditta edile di Falerna (CZ). Nella circostanza i malfattori, per guadagnare la fuga a bordo di un autocarro anch’esso asportato presso la citata ditta, speronavano violentemente l’autovettura con a bordo una G.P.G. prontamente intervenuta. Le immediate attività di analisi dei tracciati GPS del veicolo oggetto di furto permettevano ai carabinieri di recuperare lo stesso poche ore dopo, unitamente a parte della refurtiva, e ad avviare le indagini che hanno portato al loro arresto.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il membro Udc chiede la restituzione del medaglione sacro sottratto dalla chiesa di Bovalino. “Ogni reato deve essere considerato grave”
Il governatore ha partecipato alla Conferenza dei delegati calabresi al congresso del partito svoltasi a Lamezia Terme
L'iniziativa è partita dalla Casa del Popolo Thomas Sankara e ha visto l'adesione di diverse realtà e associazioni cittadine
La struttura, funzionante da 30 anni, custodisce 90 mila volumi e gestisce oltre 2 milioni di schede bibliografiche on line
Già in passato si erano verificati episodi simili ai danni dell’imprenditrice. Coldiretti Calabria: "Un vile atto e un gesto inqualificabile" 
Per l’8 Marzo la città ospita il cartellone "Il senso delle donne”, sostenuto dal Comune in collaborazione con le associazioni del territorio
Il gruppo provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica si è riunito con la presenza della sottosegretaria all’Interno Wanda Ferro, tra altri
Le segreterie nazionali: “Riduzione preoccupante delle attività. La situazione sta degenerando in tutti i territori interessati, inclusa la Calabria”
Il caso
Dopo la vergognosa guerriglia post-derby le due Questure facciano subito luce su quanto accaduto. Ancora si attendono i Daspo dell’andata
A Lamezia Terme, il segretario generale del sindacato ha partecipato insieme a Roberto Occhiuto a un'iniziativa sullo sviluppo del Mezzogiorno
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved