A Catanzaro giovane psichiatrico tenta nuovamente di dare fuoco alla propria abitazione

La famiglia, i vicini di casa, la collettività, non possono più fare nulla per questo giovane, adesso è compito delle autorità competenti provvedere a lui
donna muore a2

di Luana Tassone * –  Ci risiamo! Anche questa volta è andata bene! Ma cosa dobbiamo attendere, di piangere un morto o di assistere ad una strage per poter trovare soluzione ad un caso disperato di soggetto che necessita di cure? La famiglia sta facendo tutto quanto è necessario al fine di far sottoporre alle giuste cure il proprio congiunto; il fratello, rappresentato legalmente dalla sottoscritta in questa vicenda, una volta nominato amministratore di sostegno dal Tribunale di Catanzaro, ha allertato tutti gli uffici competenti affinché ci si potesse prendere cura di un soggetto che ha numerose denunce e che fa paura, perché non è capace di rendersi conto che con le sue azioni potrebbe far del male a se stesso e agli altri.

La famiglia, i vicini di casa, la collettività, non possono più fare nulla

La famiglia, i vicini di casa, la collettività, non possono più fare nulla

Viene ‘raccolto’ per strada o accompagnato spesso in ospedale, ma puntualmente fa ritorno nel suo quartiere Corvo, nella sua casa parcheggio, perché scappa dal reparto di ricovero o perché dimesso dal P.S. in quanto “non si riscontra al momento sintomatologia psichiatrica”. Eppure, pur essendo stato accertato essere etilista e tossicodipendente ma non psichiatrico, è da tempo sotto cura al Centro di Salute Mentale di Catanzaro, e quindi non ci si spiega quale sia la strada giusta che debba intraprendersi per far sì che questo povero giovane bisognoso di aiuto per sé principalmente, e per tutela sociale, venga sottoposto alle cure giuste. La famiglia, i vicini di casa, la collettività, non possono più fare nulla per questo giovane, adesso è compito delle autorità competenti provvedere a lui, prima che scappi il morto o succeda una strage, per poi verificare di chi siano state le responsabilità di chi doveva fare e non ha fatto!

* avvocato del Foro di Catanzaro

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved