A Chiaravalle sarà lutto cittadino per la morte di Antonio Catricalà

Sarà lutto cittadino a Chiaravalle Centrale nel giorno dei funerali dell’ex garante dell’Antitrust, ex viceministro allo Sviluppo economico ed ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Antonio Catricalà (ritratto in foto proprio a Chiaravalle con l’ex sindaco Nino Bruno, ndr). Lo ha deciso il sindaco, Domenico Donato, in sintonia con la giunta comunale. L’avvocato Catricalà era, dal 2005, cittadino onorario di Chiaravalle, paese nel quale affondava le sue radici familiari. A Chiaravalle erano nati il nonno Toni, sindacalista antifascista mandato al confino da Mussolini, e il papà Celestino, noto principe del Foro catanzarese. A Chiaravalle vivono, ancora oggi, cugini e parenti dell’ex magistrato che solo pochi giorni fa aveva compiuto 69 anni. La notizia della morte improvvisa di Antonio Catricalà, avvenuta oggi a Roma, ha provocato reazioni di dolore e profondo cordoglio nel centro delle Preserre. “Una tragedia” ha sottolineato, commosso, il sindaco Donato, nel rivolgere il proprio pensiero “all’uomo, al politico, all’esemplare servitore dello Stato”.

Dai primi accertamenti investigativi, Catricalà si sarebbe tolto la vita sparandosi un colpo di pistola alla tempia. La moglie, agli inquirenti, avrebbe parlato di un profondo stato depressivo probabilmente derivante, secondo successive indiscrezioni apparse su diverse testate giornalistiche, dalla recente diagnosi di un male incurabile.

Dai primi accertamenti investigativi, Catricalà si sarebbe tolto la vita sparandosi un colpo di pistola alla tempia. La moglie, agli inquirenti, avrebbe parlato di un profondo stato depressivo probabilmente derivante, secondo successive indiscrezioni apparse su diverse testate giornalistiche, dalla recente diagnosi di un male incurabile.

LEGGI ANCHE Morto suicida nella sua abitazione di Roma l’ex viceministro Antonio Catricalà

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Lo rende noto il sindacato Uilpa, dopo una lunga mediazione da parte dei colleghi, l'agente è stato liberato
I carabinieri hanno trovato sul posto e sequestrato il coltello presumibilmente usato per il ferimento
Sembrerebbe trattarsi di un "tracciante", ovvero un liquido che viene immesso in caso di una perdita di acqua
"È passato un anno esatto da quando il Comune di Cosenza ha emesso delle ordinanze per inagibilità e urgente messa in sicurezza/demolizione"
Il senatore Rapani: "Avrei preferito l'avvio dei lavori di bonifica per la messa in sicurezza dell’impianto di rifiuti pericolosi"
Alle 3.30 fiamme altissime sono divampate all’interno di tre cabine, pare scatenatesi da un balcone di queste ultime
Il piccolo di 4 anni, in fin di vita per un tumore, aveva bisogno del test per il trasferimento in ospedale. Accusati di tentato omicidio
I partecipanti alla ricerca con un livello complessivo di attività più elevato avevano una maggiore tolleranza al dolore
La donna era a processo per essersi trasferita in pianta stabile in un appartamento di edilizia pubblica disabitato
L'incidente è avvenuto alla scuola italiana di tiro pratico di Aviano. Il colonnello dei carabinieri Dibari è stato colpito alla gamba
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved