A Cosenza volume sui Centri fortificati indigeni della Calabria

Il Museo dei Brettii e degli Enotri offre un’occasione di confronto sulle antiche popolazioni calabresi. La ricerca scientifica si è infatti molto soffermata nell’ultimo trentennio sul popolamento indigeno della Calabria di età protostorica e storica, offrendo nuovi dati di conoscenza sulle antiche popolazioni calabresi, che devono essere alla base di una nuova valorizzazione culturale del territorio regionale.

Quale luogo migliore del Museo dei Brettii e degli Enotri – che ha fatto della conoscenza delle due componenti indigene (gli Enotri e i Brettii) del territorio il suo punto di forza – per approfondire questa interessante tematica.

Quale luogo migliore del Museo dei Brettii e degli Enotri – che ha fatto della conoscenza delle due componenti indigene (gli Enotri e i Brettii) del territorio il suo punto di forza – per approfondire questa interessante tematica.

Lo fa venerdì 15 febbraio, alle ore 17.30, attraverso la presentazione del volume, promossa da Museion, “Centri fortificati indigeni della Calabria dalla protostoria all’età ellenistica” a cura di Luigi Cicale e Marco Pacciarelli, che indaga, alla luce delle novità emerse dalla ricerca archeologica, l’evoluzione del ruolo svolto dai centri fortificati indigeni della Calabria tirrenica tra II e I millennio a.C.

A tal fine sono stati scelti tre importanti insediamenti come casi rappresentativi di diversi periodi e situazioni storiche: Punta Zambrone per l’età del bronzo, Torre Galli per la prima età del ferro e l’età arcaica, Pian della Tirena per il periodo tra l’età ellenistica e la romanizzazione, e da qui ampliare lo sguardo alle ricerche effettuate o in corso in altri siti calabresi.

Presenti i curatori, interverranno Donatella Barca e Maurizio Paoletti (UniCal), a Mario Pagano (Soprintendenza ABAP province di Catanzaro, Cosenza e Crotone), a Fabrizio Sudano (Soprintendenza ABAP città metropolitana di Reggio Calabria e provincia di Vibo Valentia). I lavori saranno introdotti da Stefania Mancuso (UniCal).

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Lo rendono noto Pinuccia Cosmano (Filcams Cgil), Antonio Bruno (Fisascat Cisl) e Saverio Scarpino (Uil Tucs).
Smantellata un'organizzazione a delinquere composta da persone indagate per numerose ipotesi di reato
In un caso era stato installato un bypass al fine di evitare il passaggio dal contatore
Il destinatario della misura è stato condannato per associazione di tipo mafioso nell’ambito dell'inchiesta “Infinito”
Due pazienti continueranno a vivere grazie alla donazione e, quindi, al trapianto di due organi salvavita, senza i quali gli stessi avevano poche speranze
Dalle carte emerge il ruolo di uno dei due vibonesi arrestati: "cerniera" tra il gruppo degli 'esfiltratori' della cocaina e quello dei doganieri corrotti
Nel garage di casa rinvenuti 2 chili di sostanze stupefacenti tra marijuana, hashish e cocaina, tutte etichettate con il finto logo di un marchio di moda
Il gip di Reggio Calabria dispone tre arresti: due vibonesi vanno in carcere e una donna di Gioia Tauro finisce ai domiciliari
l'inviato
Negli ultimi 30 anni su questa arteria di comunicazione sono morti decine di giovani e si sono verificati oltre 2mila incidenti
Sottoposto a verifica ed accertamento mediante etilometro, al conducente è stato rilevato un tasso alcolemico superiore a 1 gr/l
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved