l'inviato

A Paravati la Giornata dedicata al malato nel ricordo di Mamma Natuzza (VIDEO)

Un’occasione utile a ricordare la condizione di fragilità di milioni di persone che, in ogni parte della terra, sono inchiodati a un letto di sofferenza

Il dolore. Le lacrime. A Paravati, nella chiesa di Mamma Natuzza, è stata celebrata la Giornata mondiale del malato. Un’occasione utile a ricordare la condizione di fragilità di milioni di persone che in ogni parte della terra sono inchiodati ad un letto di sofferenza a causa di patologie più o meno gravi. Nel nome della Mistica con le stimmate, il vescovo della Diocesi di Mileto, Nicotera, Tropea monsignor Attilio Nostro, ha voluto pregare per quei “fratelli in Cristo” costretti ad una vita difficile perché affetti da patologie gravi e non facilmente curabili.

Il conforto nella preghiera e nelle cure sanitarie

Il conforto nella preghiera e nelle cure sanitarie

“Queste creature di Dio – ha sottolineato il prelato – hanno bisogno non solo di preghiere ma anche di cure efficaci. In questa giornata, voluta dal Papa Giovanni Paolo II, il nostro sguardo deve essere rivolto a tutte quelle persone più sfortunate di noi che cercano conforto nella preghiera e nelle cure sanitarie per vincere il male di cui sono affetti. Tutti siamo chiamati a dare conforto in una società che sembra non fermarsi davanti a niente. Chi soffre ha bisogno di sentirsi amato e sostenuto. Il cammino per guarire da una malattia a volte è molto lungo per cui la solidarietà diventa indispensabile. Asciugare le lacrime a chi soffre è un gesto d’amore dal valore incommensurabile. Tutti gli uomini siamo chiamati ad offrire aiuto a coloro che sono schiacciati dalla malattia.”

Il ruolo dell’Unitalsi

Alla celebrazione eucaristica erano presenti anche barellieri e dame dell’Unitalsi della provincia di Vibo Valentia. Ad esaltare il lavoro dell’associazione la presidente Rosa De Caria la quale nel raccontare la sua esperienza personale ha ricordato che “donarsi con cuore alle persone più fragili rappresenta un primo passo per il Paradiso. Da anni ci spendiamo per aiutare le persone con disabilità a visitare i Santuari Mariani sparsi per il mondo. Per noi, aiutare queste persone, rappresenta la piena realizzazione della nostra vita. Aiutandole riceviamo la forza necessaria a percorre i difficili sentieri della nostra vita.. Donarsi è un dovere primario per ogni cristiano. Costruiremo un mondo nuovo mettendo al primo posto le necessità delle persone più deboli. Dobbiamo imparare da Cristo che ha speso la sua vita per gli altri”.

Nel corso della celebrazione è stata ricordata la grande attenzione che Mamma Natuzza ha avuto per gli ammalati. In particolare sono stati elencati i progetti che la Mistica ha voluto che si realizzassero per curare i malati di cancro. Una struttura per i malati terminali di tumore è stata già realizzata all’interno del complesso Villa della Gioia. Mamma Natuzza anche nell’ aiuto dei malati ha avuto delle intuizioni che porteranno innumerevoli cambiamenti nel territorio vibonese.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Durante la notte i malviventi hanno sfondato la porta, ma è immediatamente scattato l'allarme
La 20enne era stata rapita dal padre e non riusciva a tornare in Italia, a casa della mamma, per le vie legali
L’ateneo di Reggio Calabria ha potenziato l’offerta formativa per il prossimo anno accademico 2024/2025 con le nuove triennali
La vicenda giudiziaria ha avuto inizio nel 2011. Gli inquirenti contestarono una lunga serie di abusi edilizi, realizzati a partire dal 1979
Antonio Decaro ha partecipato ad un incontro in Calabria con il senatore Nicola Irto, l'arcivescovo Giovanni Checchinnato e il sindaco Caruso
In programma numerosi appuntamenti durante due giorni, con maschere, sfilate e divertimento per i grandi e i piccoli
L'anno scorso le denunce di infortunio con esito letale sono state 1.041 in tutto il Paese, 49 in meno rispetto al 2022
L’iniziativa sarà aperta al pubblico e avrà lo scopo di valorizzare gli investimenti dell’amministrazione regionale nel settore turistico
Al convegno Fidapa ne discuteranno primari ospedalieri, ostetriche, docenti e avvocati all’istituto tecnico Malafarina di Soverato
La salma e la documentazione sanitaria sono state sequestrate per gli accertamenti. La verifiche medicolegali dovranno determinare le cause del decesso
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved