Calabria7

A Sersale il primo Sentiero d’arte e cultura sui portoni del centro storico

Grande successo per la prima edizione di Porte d’Artista Sersale, sotto la direzione artistica di Massimo Sirelli, artista calabrese di fama internazionale, nome di riferimento in Italia per l’arte applicata al concetto di upcycling, si conclude tra gli elogi dei partecipanti.

L’evento, tenutosinei mesi di luglio e agosto nel centro storico di Sersale, si è posto l’obiettivo di trasformare le 13 portedi materiale povero, fuori contesto e in disuso, in oggetti d’arte attraverso l’intervento pittorico.

Hanno preso parte artisti affermati e giovani esordienti tra cui ben 4 giovani donne: Antonio Biancocon “Lascia qui la tua anima”, Bislakcon “Distanziamento verticale”, Leonardo Cannistràcon “Il pettirosso”, Mike Crispinocon “Monte Crozze”, Doctor Mcon “Gufo tribale”, Immacolata Mannocon “Il riscatto di Arocha”, Claudio Mornecon “Figghiuma”, Paola Morpheuscon “Mucchio di foglie”, Brunella Pisanicon “Gran gatè”, Tiskiocon “Hip hop tribale”, Serena Torchiacon “A cicropa”, Urtocon “Eirene”, Zeus_oczbcon “Acqua e cipolla”.

Il progetto proseguirà con l’inserimento delle porte in una mappa distribuita nel paese Enel Cit, il Centro di Accoglienza Turistica della Riserva Regionale delle Valli Cupe, invitando così tutti i turisti a visitare il “Sentiero delle Porte 2020”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Farmabusiness, il consigliere comunale Amendola si difende: “Io estraneo alle accuse”

Mimmo Famularo

Regione, bando impianti energia da fonti rinnovabili

Matteo Brancati

Asp Catanzaro, la denuncia: “Ambulanza 118 sostituita con una che ha oltre il doppio dei km”

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content