Calabria7

Votantonio, Ferro dà consigli a Occhiuto e prenota Catanzaro. Alecci critica Oliverio e Dema

Una, da alleata, ha dispensato consigli piuttosto schietti a Roberto Occhiuto e, senza tanti giri di parole, ha pure ammesso di aver “sperato fino all’ultimo” di potersi trovare al suo posto. L’altro si è detto pronto a fare un’opposizione “propositiva” ma anche, se servirà, a “dare battaglia”. Una ha garantito di aver “fatto i conti con la storia” e di non coltivare “nostalgie” del passato, l’altro si è sbilanciato solo sul Ponte sullo Stretto, dicendosi “favorevole”, e a differenza del suo partito non ha neanche intravisto una matrice fascista nell’assalto alla Cgil. Si sono anche scambiati segnali di fair play e reciproca stima Wanda Ferro ed Ernesto Alecci, ospiti dell’ultima puntata di “Votantonio-chiacchiere di libertà”, il programma autogestito in onda sulla pagina Facebook di Calabria7, prodotto da “Mac Media”, “Città del Vento” e “Mas Training” (qui la diretta integrale).

Le poltrone e il popolo

Incalzati dalle domande dei conduttori Luca Marino e Vincenzo Merante, la parlamentare di Fratelli d’Italia e il neo eletto consigliere regionale del Pd hanno offerto la loro visione della Calabria che ognuno, dalla rispettiva parte politica, si aspetta, a partire dalla composizione della Giunta Occhiuto. Questa è una partita che si gioca ovviamente solo nel centrodestra e Ferro in proposito ha chiarito di aspettarsi una squadra di governo in cui “la politica venga premiata”, ma soprattutto che sia “coesa”, perché non va dimenticato che “tanti governatori hanno fallito con l’idea di giocare una partita a sé”. Se si parla di poltrone, però, la deputata di FdI ricorda che i ruoli “devono essere riconosciuti dal popolo sovrano”.

La scelta “inspiegabile di Oliverio

Alecci dal canto suo ha esaltato il risultato del Pd alle Amministrative mentre “la Regione Calabria è un ecosistema a parte, fa storia a sé”, ma comunque il centrosinistra a suo dire “ha mostrato compattezza e il Pd è riuscito a eleggere ben 5 consiglieri regionali”. La scelta di Amalia Bruni di aderire al Gruppo misto il quasi ex sindaco di Soverato la condivide perché da “candidata di un’intera coalizione” la scienziata “avrebbe messo in difficoltà l’elettorato del Pd e del M5S se fosse entrata in un gruppo o nell’altro, così invece si pone super partes e mi piacerà condividere con lei 5 anni”. Le critiche di Alecci sono invece tutte per Luigi de Magistris, che “aveva pensato di venire alla conquista della Calabria”, e per Mario Oliverio, che “ha fatto una scelta inspiegabile pur avendo alle spalle una carriera nobile e con ottimi risultati”. I temi che gli sono più cari e su cui dice di voler lavorare dall’opposizione sono il turismo, “l’unica industria che può diventare fiorente in Calabria”, e le politiche sociali, settore in cui “siamo fanalino di coda”.

Il “sogno di una vita” e le elezioni a Catanzaro

Ferro si è detta soddisfatta del risultato elettorale di FdI e dell’intero centrodestra ma ha avvertito che la “vera vittoria deve arrivare rispetto ai grandi temi della Calabria, ovvero la burocrazia, sanità, la grande partita del Recovery”. La parlamentare ha riconosciuto il ruolo dell’opposizione affermando che “le grandi sfide si giocano con il dialogo” e ha sottolineato che “nei primi cento giorni di amministrazione è importante creare una squadra burocratica snella ed efficiente”. Proprio su questo è arrivato un altro “consiglio” a Occhiuto: “Ritengo sbagliato pensare che portando i manager da fuori si risolva ogni problema”. Un suggerimento seguito da un’ammissione: “Nel momento in cui c’è stata nel centrodestra la diatriba sulle nomine in Rai ho pensato e sperato fino all’ultimo di essere candidata alla Presidenza, non l’ho mai negato, rimane il sogno di una vita”. E sulle prossime elezioni comunali di Catanzaro ha concluso: “In tutti gli altri capoluoghi di provincia calabresi ci sono stati candidati di Forza Italia e Lega, penso proprio che FdI possa esprimere il futuro candidato o la candidata a sindaco di Catanzaro, ce lo meritiamo”.

s. p.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Su fondi Ue Giunta non rispetta Consiglio”

manfredi

Potere al Popolo: “Contrari ad ampliamento impianto CALME di Marcellinara”

Mirko

Mamma e figlio invalidi a rischio sfratto, lei aveva tentato il suicidio

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content