Calabria7

Abusi edilizi e sbancamenti non autorizzati, denunce nel Cosentino

I Carabinieri forestali di San Pietro in Guarano e San Giovanni in Fiore (Cosenza) hanno sequestrato un’area privata sottoposta a vincolo forestale. Al suo interno, su una superficie di oltre 1000 metri quadri, è stato effettuato uno sbancamento del terreno con la realizzazione di alcune edili, come muri di contenimento in cemento e l’allargamento di una strada d’accesso.

Sono state anche tagliate alcune piante di pino laricio di grosse dimensioni. Le opere sono state realizzate senza i pareri previsti dalla normativa e in totale difformità rispetto alla segnalazione di inizio attività presentata dai tecnici. Denunciate cinque persone: il proprietario del fondo, gli esecutori materiali dei lavori e il progettista, che dovranno rispondere, a vario titolo, dei reati di falso ideologico, abusivismo edilizio e distruzione e deturpamento di bellezze naturali.

Un altro sequestro è stato effettuato a Spezzano della Sila, dove i militari hanno effettuato un controllo in località “Campo dell’alto”, nelle vicinanze del lago Cecita, scoprendo due sbancamenti su un terreno vincolato, dove era stato anche scaricato del letame proveniente dall’azienda zootecnica dei proprietari del terreno. Denunciati i due proprietari dell’area.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Operaio cade da impalcatura a Trebisacce: è in fin di vita

Matteo Brancati

Rinascita/Scott, le intercettazioni: con lui non succede niente, la gente può stare tranquilla

manfredi

Bimbo muore per rigurgito, disposta autopsia

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content