Calabria7

Abusivismo edilizio nel Crotonese, sequestrato un cantiere e denunciate cinque persone

abusivismo savelli

I carabinieri di Savelli e Cirò Marina, supportati dal personale della Stazione Carabinieri Forestale di Savelli, hanno sequestrato un’area di quasi 300 mq, facente parte di un terreno di proprietà del Comune, ove erano stati illegalmente deposiitati circa 150 metri cubi di rifiuti urbani e speciali, anche ingombranti (tra i quali pneumatici fuori uso di autoveicoli, spezzoni di pannelli per coperture di manufatti edili, guaine in plastica di tubi di rame e fusti metallici vuoti), verosimilmente non classificati tra quelli pericolosi.

Al termine degli accertamenti condotti che hanno permesso di acclarare, inoltre, l’assenza di differenziazione dei rifiuti accatastati e di impermeabilizzazione del terreno sottostante, gli operanti hanno deferito in stato di libertà per “attività di gestione di rifiuti non autorizzata”, F. G., 64enne, responsabile dell’Ufficio tecnico comunale di Savelli con delega all’Ambiente, ai Rifiuti e alla Nettezza Urbana.

Le opere edilizie realizzate sull’immobile erano state già oggetto di altro accertamento da parte dei militari e, la successiva attività di monitoraggio e di prevenzione dei fenomeni legati all’abusivismo edilizio, ha portato al sequestro delle nuove opere in corso di realizzazione e al deferimento di 5 persone in concorso tra loro per violazione dei sigilli e illeciti di vario genere alla normativa urbanistica-edilizia. Il gip del Tribunale di Crotone ha già convalidato il sequestro e affidato la custodia al titolare medesimo.  L’operazione rientra nell’ambito dell’attività di prevenzione dei reati in materia urbanistico-edilizia, tematica troppo spesso ricorrente nel territorio crotonese e per la quale i militari del Gruppo Carabinieri Forestale di Crotone svolgono una imprescindibile azione di contrasto e di prevenzione per la tutela dell’ambiente e del territorio.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Scacco alla cosca Gallace di Guardavalle, 10 indagati restano in carcere

Gabriella Passariello

Incendia auto del vicino, dai domiciliari al carcere

Mirko

Usura ed estorsione, cinque misure cautelari a Cosenza (VIDEO)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content