Addio a Fausto Raniti, la scuola vibonese perde un “monumento” di serietà e impegno professionale

Vice preside dell'Alberghiero e Stella d'oro al merito, la morte del prof. Raniti chiude un’epoca di successi nel campo dell’accoglienza turistica e della ristorazione

È morto poche ore fa uno dei docenti più stimati della provincia di Vibo Valentia. Si tratta del professore Fausto Raniti che da un ventennio è il vice preside dell’istituto Alberghiero di Vibo Valentia. Stella d’oro al merito. Nel corso della sua carriera, il prof. Raniti ha conquistato sul campo i titoli di Maitre professionista, Gran maestro della ristorazione e Capo barman italiano.

Per quanto mi riguarda è morto un amico sincero con il quale ho condiviso gli anni più belli e spensierati della mia giovinezza. Con l’amico Fausto abbiamo camminato insieme accanto al compianto ex parroco di San Gregorio D’Ippona don Michele Luccisano con il quale abbiamo maturato il senso profondo della fede. Insieme abbiamo sperimentato un percorso di crescita spirituale che ci ha fatto diventare uomini. Quei lampi di felicità, dopo anni di vita vissuta intensamente, assumono un valore nuovo. Specialmente adesso che la morte rischia di cancellare tutto. Forse non sarà così perché altri ricordi ci tengono legati in profondità. L’amicizia con i fratelli Nicola e Aurelio, morti alcuni anni fa, mi hanno legato ancora di più a questo campione di allegria che rimarrà una figura mitica della mia gioventù. È il momento del dolore a cui nessuno può sfuggire. Di fronte a questa morte assurda non c’è persona che possa far finta di nulla. Siamo obbligati ad interrogarci per non dimenticare coloro che non stanno accanto a noi. Senza l’amico Fausto saremo tutti più soli.

Per quanto mi riguarda è morto un amico sincero con il quale ho condiviso gli anni più belli e spensierati della mia giovinezza. Con l’amico Fausto abbiamo camminato insieme accanto al compianto ex parroco di San Gregorio D’Ippona don Michele Luccisano con il quale abbiamo maturato il senso profondo della fede. Insieme abbiamo sperimentato un percorso di crescita spirituale che ci ha fatto diventare uomini. Quei lampi di felicità, dopo anni di vita vissuta intensamente, assumono un valore nuovo. Specialmente adesso che la morte rischia di cancellare tutto. Forse non sarà così perché altri ricordi ci tengono legati in profondità. L’amicizia con i fratelli Nicola e Aurelio, morti alcuni anni fa, mi hanno legato ancora di più a questo campione di allegria che rimarrà una figura mitica della mia gioventù. È il momento del dolore a cui nessuno può sfuggire. Di fronte a questa morte assurda non c’è persona che possa far finta di nulla. Siamo obbligati ad interrogarci per non dimenticare coloro che non stanno accanto a noi. Senza l’amico Fausto saremo tutti più soli.

Anche la scuola ha perso un “monumento “ alla serietà e all’impegno professionale. Il prof. Raniti mancherà, soprattutto, agli studenti ai quali ha regalato oltre 30 anni di mestiere nel campo dell’accoglienza turistica. Grazie amico Fausto. San Gregorio è il mondo della scuola hanno perso un punto di riferimento solido.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
Accolto l'appello della difesa. Nessuna pericolosità sociale: "non esistono elementi da cui desumere l'appartenenza alla 'ndrangheta"
Buone notizie dall'occupazione: è aumentata anche nel 2023, sia nella componente autonoma sia per quella alle dipendenze
E' stato bloccato dalla polizia mentre vagava in una zona di campagna. Si trova in stato di fermo negli uffici del commissariato
Il fatto è accaduto a Capistrano, nel Vibonese e per fortuna il conducente ha riportato solo un leggero trauma cranico
Ispezione dell’Ufficio Circondariale Marittimo Guardia Costiera di Soverato. Elevate sanzioni amministrative
Operazioni concluse dalla sezione di pg dei carabinieri della Procura di Catanzaro, dai colleghi di Soverato e dalla Guardia costiera
La lettera, scritta a mano e del tutto anonima, contiene una serie di atti minatori nei confronti della società e del primo cittadino
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved