Aeroporti calabresi ai privati, Sacal risponde e scarica le responsabilità sui soci pubblici

La nota ufficiale della società aeroportuale calabrese: "L’aumento di capitale è conseguenza delle determinazioni dei soci"
sacal

“In merito alle notizie apparse sulla stampa in relazione all’aumento di capitale deliberato dai Soci nel corso dell’assemblea straordinaria del 2 luglio 2021 al fine di porre con la necessaria urgenza la Società in condizione di poter fronteggiare le gravi perdite venutesi a determinare nell’esercizio 2020 e nei primi 5 mesi dell’esercizio 2021 a seguito della emergenza Covid 19, la Società Aeroportuale Calabrese S.p.a. ritiene opportuno precisare che lungi dall’essere frutto di qualsiasi asserita concertazione ovvero compravendita l’esito dell’aumento di capitale – come sopra deliberato dall’89,429% dei Soci – rappresenta la diretta conseguenza della libera determinazione dei Soci Pubblici Comune di Lamezia Terme, Regione Calabria, Provincia di Catanzaro, Camera di Commercio di Catanzaro, Comune di Catanzaro, Confindustria Catanzaro, Provincia di Cosenza, Camera di Commercio di Cosenza, Confindustria Cosenza, Camera di Commercio di Vibo Valentia, Corap di non voler/poter sottoscrivere, in tutto ovvero in parte, le quote di rispettiva competenza”. E’ quanto comunica in una nota la società Sacal, in seguito alle dichiarazioni del presidente della Regione su presunti accordi oscuri dietro ai nuovi assetti societari (LEGGI QUI).

“Di quanto sopra la Sacal, soggetto passivo delle determinazioni assunte dai Soci – prosegue la nota – nel corso nella sopra citata assemblea, ha già provveduto a fornire all’ENAC i riscontri richiesti con comunicazioni formali alla stessa tempestivamente trasmesse a mezzo Pec, comunicazioni con le quali la Società ha manifestato la propria piena disponibilità a rendere qualsiasi eventuale ulteriore chiarimento ovvero interlocuzione ritenuti utili e/o opportuni. Preso atto della posizione assunta dall’Enac – conclude Sacal – in merito alla operazione di aumento di capitale che ha consentito alla Società di non dover ricorrere, come per legge, alla propria liquidazione volontaria ovvero di dover ricorrere a diverse procedure concorsuali con le conseguenti gravi ripercussioni per le attività aeroportuali e di rilevanza sociale nei confronti dei propri dipendenti, sarà certamente cura della Società interagire con l’ENAC e con le ulteriori Autorità a qualunque titolo interessate”.

“Di quanto sopra la Sacal, soggetto passivo delle determinazioni assunte dai Soci – prosegue la nota – nel corso nella sopra citata assemblea, ha già provveduto a fornire all’ENAC i riscontri richiesti con comunicazioni formali alla stessa tempestivamente trasmesse a mezzo Pec, comunicazioni con le quali la Società ha manifestato la propria piena disponibilità a rendere qualsiasi eventuale ulteriore chiarimento ovvero interlocuzione ritenuti utili e/o opportuni. Preso atto della posizione assunta dall’Enac – conclude Sacal – in merito alla operazione di aumento di capitale che ha consentito alla Società di non dover ricorrere, come per legge, alla propria liquidazione volontaria ovvero di dover ricorrere a diverse procedure concorsuali con le conseguenti gravi ripercussioni per le attività aeroportuali e di rilevanza sociale nei confronti dei propri dipendenti, sarà certamente cura della Società interagire con l’ENAC e con le ulteriori Autorità a qualunque titolo interessate”.

LEGGI ANCHE | Gli allarmi inascoltati su Sacal. Ipotesi commissario per l’aeroporto di Lamezia

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L’incidente è avvenuto su un tratto urbano della statale 106 jonica. Il conducente non si sarebbe accorto della segnalazione che dava indicazioni di rallentare
L'assessore regionale al lavoro: "La Calabria deve investire su giovani e imprese e lo potrà fare solo ascoltando le esigenze imprenditoriali"
Il tecnico toscano, che ha allenato varie squadre tra cui Empoli, Parma e Lecce, ha firmato un contratto fino a giugno
La canzone intitolata "Il Canto del legno", sarà eseguita nelle commemorazioni del primo anniversario della tragedia in cui morirono 94 persone
“Servono ulteriori 11 miliardi per l’ammodernamento totale della ‘strada della morte’. Non consentiremo la realizzazione di lotti incompleti”
All'incontro tenutosi presso la sede dell'Università Pontificia della Santa Croce, Helga Procopio e Francesco Mancuso hanno rappresentato la città capoluogo calabrese
L'incontro è avvenuto nel Liceo Scientifico Zaleuco, dove il magistrato ha risposto alle domande dei ragazzi e ha approfondito tematiche attuali
Vista la gravità della ferita è intervenuto l'elisoccorso, che ha trasportato la vittima all'ospedale "Annunziata" di Cosenza
Secondo un sondaggio, il 44% si sente inadeguato e insicuro dovuto all'ipercompetizione a scuola, che rende più difficile imparare
Le iniziative si terranno nella città crotonese dove, nel febbraio 2023, si è verificato il naufragio nel quale hanno perso la vita 94 persone
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved