Calabria7

Affondato sommergibile dei narcos, conteneva 3 tonnellate di cocaina

sommergibile dei narcos

Il sommergibile dei narcos, che giaceva a sei metri di profondità, trasportava tre tonnellate di cocaina: c’è voluto qualche giorno per mettere in atto la giusta strategia per farlo riemergere

La scoperta del sottomarino pieno di droga risale a qualche giorno fa. Ci sono voluti dei giorni per mettere a punto una strategia per farlo riemergere. Affondato al largo della provincia di Pontevedra, in Galizia, non è chiaro se per decisione dell’equipaggio o per un incidente, il natante giaceva a 6 metri di profondità. Lungo circa 20 metri e proveniente dal Sudamerica, probabilmente salpato dalla Colombia, il sommergibile dei narcos trasportava tre tonnellate di cocaina, una parte delle quali è stata estratta da un sub. La vicenda si è conclusa con il sequestro della cocaina e l’arresto di due ecuadoriani presi a Cangas, vicino al confine con il Portogallo.

È la prima volta dei narcos all’uso di un sommergibile per fare entrare stupefacenti in Spagna: un metodo più che consolidato dalle bande criminali e oramai noto agli agenti che operano sulla rotta tra Colombia e Messico e a seguire negli Stati Uniti. In particolare in Spagna, l’idea è di avanzare lungo la costa, considerando che le molte insenature della Galizia offrono riparo ideale per i trafficanti che trasportano la droga. Questa regione, tra le più povere della Spagna, è usata come punto d’ingresso principale della cocaina destinata al mercato interno (lo scorso anno sono state sequestrate 41 tonnellate di droga, ndr) al pari del porto di Algeciras, nel sud-ovest.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sexting non è più un tabù, 1 studente su 2 lo ha già provato

Andrea Marino

Coronavirus, gli asintomatici ora sono un problema: cosa bisogna fare?

Andrea Marino

Coronavirus, in arrivo un nuovo decreto: documenti scaduti validi fino al 31 agosto

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content