Agguato mortale in centro a Lamezia, la Prefettura: “Intensificare vigilanza e videosorveglianza”

Nel corso di una riunione svoltasi oggi si è deciso per il mantenimento del dispositivo di controllo del territorio
agguato a lamezia

Si è svolta oggi in Prefettura a Catanzaro una riunione di coordinamento delle Forze di polizia. Presente anche il vicesindaco di Lamezia Terme. Al centro del confronto il “grave agguato dello scorso 7 di marzo ai danni di due fratelli, già noti alle forze dell’ordine, che ha causato l’assassinio di uno, il grave ferimento dell’altro e di un loro accompagnatore. L’agguato – si legge in una nota dell’Ufficio territoriale del governo – ha ingenerato, anche in ragione delle modalità esecutive, un diffuso senso di allarme presso la comunità locale richiamando, nell’immaginario collettivo, i pericoli di una recrudescenza delle manifestazioni più violente della locale criminalità organizzata”.

L'”efferatezza del progetto criminale”

L'”efferatezza del progetto criminale”

Secondo la Prefettura “la stessa ricostruzione della dinamica ha evidenziato una particolare efferatezza del progetto criminale sia per la individuazione dell’area urbana centrale e particolarmente frequentata in quella fascia oraria della giornata, che per le azioni intraprese per realizzare l’aggressione, al culmine di un inseguimento della autovettura con a bordo le vittime. Sul fronte info-investigativo prosegue l’attività degli inquirenti dopo l’individuazione dei responsabili che si sono costituiti autoaccusandosi della sparatoria e che, alla stregua delle vittime, risultano inserite in contesti di criminalità organizzata”.

Mantenuto il dispositivo di controllo del territorio

Durante la riunione, valutato l’intero dispositivo di controllo del territorio, “già potenziato – precisa la Prefettura – con un massiccio impiego delle aliquote delle Forze di polizia e una intensificazione dei servizi di vigilanza all’indomani dell’attentato e ne è stato confermato il mantenimento per un congruo periodo, oltre che nelle aree urbane più esposto al fenomeno della ‘movida’, anche in quelle tradizionalmente più vulnerabili in quanto maggiormente investite dalle forme del degrado urbano. L’assetto operativo si avvale del concorso del Corpo di polizia municipale della Città di Lamezia Tenne. I rappresentanti dell’amministrazione locale hanno tenuto a fare presente – conclude la nota della Prefettura – come la dotazione strumentale a supporto delle risorse umane dispiegate sia incentrata sulla riattivazione della rete della videosorveglianza comunale, per come ripristinata a mezzo sistema di condivisione delle immagini”.

(Foto Ansa)

LEGGI ANCHE | Agguato mortale in centro a Lamezia, le accuse per i due arrestati: omicidio tentato e consumato

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il rettore Nicola Leone ha dato il benvenuto ai 120 giovani già iscritti. Metà proviene da altre regioni
Il neo-questore, 59 anni, dirigente superiore della Polizia di Stato, è originario di Messina ed è in polizia dal 1989
Ventotto sono stati i passeggeri di questo primo volo con la Capitale. Sky alps garantirà il servizio per i prossimi tre anni
Al momento, solo Coop e Conad hanno deciso comunque di applicare gli sconti
In 57 pagine il Tribunale di Catanzaro spiega la regolarità della crescita imprenditoriale del gruppo lametino: “Accuse non riscontrate"
Il sacerdote nota con dolore il divario che c'è tra chi dorme in alberghi a cinque stelle e chi invece dorme sotto le stelle
L'operaio italiano lavorava in un'azienda di ristrutturazioni. I carabinieri non escludono alcuna pista ma l'incidente è la più accreditata
Il plauso del Presidente del Consiglio Comunale e del Garante dei detenuti anche per l'avvio del corso da allenatori, primo in Italia
Nel rogo che ha coinvolto tre discoteche spagnole sono morte 13 persone, mentre altre 24 sono rimaste ferite
Non preoccupa il numero di nuovi positivi (+44) ma Cosenza piange 3 decessi positivi al Covid, uno a Reggio Calabria
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved