Al Gom di Reggio Calabria nuovo reparto di Breast Unit

In questa struttura convergono diverse Unità operative: dalla chirurgia alla oncologia, dalla alla radioterapia alla radiologia

Il Grande ospedale metropolitano di Reggio Calabria ha attivato il servizio “Breast Unit”, il percorso di diagnosi e cura delle patologie mammarie operativo da tempo e che da questa mattina è attivo in un rinnovato reparto al terzo piano del presidio “Bianche-Melacrino-Morelli”. In 50 hanno partecipato all’Open Day, istituito oggi e dedicato alle donne che affrontano patologie senologiche, per offrire loro corrette e complete informazioni. “Rispetto allo screening, attuato in maniera encomiabile dall’Asp di Reggio Calabria – ha spiegato il commissario straordinario del Gom Gianluigi Scaffidi – la nostra vuole essere una forma più approfondita di prevenzione Con questa Breast Unit, che è un sito strutturale fisico dove convergono più unità operative dell’ospedale, tutta l’organizzazione ruota attorno alla donna che automaticamente sarà inviata a fare tutti i percorsi e tutti gli esami fino all’intervento, ove fosse necessario, fino alla chemioterapia, ove fosse necessaria.

In questa struttura convergono diverse Unità operative: dalla chirurgia, alla oncologia, alla radioterapia, alla radiologia e quant’altro”. “Noi – ha affermato il direttore sanitario del Gom Salvatore Costarella – stiamo cercando di fare in questi anni un’operazione che porti l’ospedale più vicino al cittadino.
Abbiamo snellito tutto il percorso. Alla Breast Unit le pazienti avranno un percorso totalmente agevolato che prevede sia la visita, chiaramente la diagnostica di primo livello, ma anche la diagnostica più avanzata, come risonanza magnetica, biopsie ecoguidata e stereotassica. Una volta concluso il processo diagnostico si avvierà quello terapeutico che non è deciso solo da un professionista, ma da un pool di professionisti che collaborano tra loro e decidono il miglior percorso terapeutico”.
  

In questa struttura convergono diverse Unità operative: dalla chirurgia, alla oncologia, alla radioterapia, alla radiologia e quant’altro”. “Noi – ha affermato il direttore sanitario del Gom Salvatore Costarella – stiamo cercando di fare in questi anni un’operazione che porti l’ospedale più vicino al cittadino.
Abbiamo snellito tutto il percorso. Alla Breast Unit le pazienti avranno un percorso totalmente agevolato che prevede sia la visita, chiaramente la diagnostica di primo livello, ma anche la diagnostica più avanzata, come risonanza magnetica, biopsie ecoguidata e stereotassica. Una volta concluso il processo diagnostico si avvierà quello terapeutico che non è deciso solo da un professionista, ma da un pool di professionisti che collaborano tra loro e decidono il miglior percorso terapeutico”.
  

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
E' stato insignito di ben due premi per i record di pista nella categoria OKN-J, ottenuti nei due circuiti calabresi
Promotrice della manifestazione, il vicesindaco Iemma, con la collaborazione di Sieco e degli assessorati all’Ambiente e Pubblica istruzione
Nonostante il pronunciamento della Corte di Cassazione che aveva annullato con rinvio l'ordinanza cautelare. E' accusato di concorso esterno
storie
Torna alla memoria un vecchio episodio raccontato durante la visita a Catanzaro sul terrazzo del San Giovanni che oggi porta il suo nome
I particolari dell'inchiesta "Arangea" che ha portato all'arresto di 12 persone per associazione mafiosa, estorsione e trasferimento fraudolento di valori
Protagonisti della struggente storia di umana solidarietà il prete degli ultimi don Peppino Fiorillo e il cittadino Ceco Norbert Ludrouoskj
Servizio ad alto impatto della Compagnia Carabinieri di Lamezia. Controlli nelle aree della movida: scattano denunce e sanzioni
La Procura di Catanzaro aprirà un fascicolo d'indagine sull'incidente e nel frattempo ha provveduto a sequestrare i due mezzi coinvolti
Nella puntata andata in onda ieri sera Report ha rispolverato quello che viene definito il quinto scenario, ovvero la pista israeliana
Le indagini hanno permesso di ricostruire dinamiche e assetti di un’articolazione di ndrangheta facente capo ad una “locale” operante nel territorio del comune
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved