Calabria7

Al Politeama due signore del cinema: Claudia Gerini e Stefania Sandrelli

Due grandi signore del cinema italiano, due autentiche dive, sono attese al Politeama di Catanzaro.

Una, Claudia Gerini, si esibirà stasera, giovedì, nel concerto-spettacolo dedicato a Franco Califano. L’altra, Stefania Sandrelli, sarà domenica sera 3 marzo (ore 18) sul palcoscenico per raccontare la sua irripetibile carriera e il suo rapporto con la  musica.

E’ il secondo appuntamento d’autore dopo quello con il regista Pupi Avati nell’ambito della rassegna “Musica&Cinema”.

“Il Politeama si conferma riferimento irrinunciabile per il grande teatro e il grande cinema”, ha commentato il Sovrintendente Gianvito Casadonte, “La presenza di  due straordinarie protagoniste del cinema italiano non può che riempirci di gioia e permetterà a tanti appassionati di entrare in contatto con le loro storie”.

Si comincia stasera con “Qualche estate fa”, lo spettacolo in onore di Franco Califano, l’indimenticabile Califfo della canzone d’autore italiana e che vedrà l’attrice sul palco accompagnata dal Solis String Quartet (Vincenzo Di Donna, e Luigi De Maio, violini; Gerardo Morrone, viola; Antonio Di Francia, violoncello).

Una grande performance per un’artista che dimostra di sapere recitare, ma anche di saper cantare.

Ha detto la Gerini di questo lavoro: «Provo una grande gioia e allo stesso tempo un po’ di timore. Franco era un artista immenso.

Ma forse hanno ragione lo sceneggiatore e il regista dello spettacolo, Massimiliano Vado e Stefano Valanzuolo: è giusto che a raccontare la sua vita e la sua musica sia proprio una donna e una donna di Roma, i due grandi amori del Califfo».

Nove quadri, nove figure femminili incarnate da Claudia accompagnano per mano il cantautore tra vita ed arte: «Ha vissuto per le donne esaltandole e ogni brano introduce una canzone. C’è una mamma, la sua prima ragazza, una mignotta, una barbona…».

Domenica sera invece l’incontro con Stefania Sandrelli, protagonista di quasi un centinaio di film, cominciando da “Divorzio all’Italia” e “Sedotta e abbandonata”, entrambi di Pietro Germi, per arrivare fino al recentissimo (2018) “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino.

La Sandrelli è stata diretta da i più grandi registi italiani, da Germi a Bertolucci, da Scola a Comencini, da Wertmuller a Benigni, da Lizzani a Bolognini.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Il Comitato precari storici calabresi è sul piede di guerra

Carmen Mirarchi

Stalking nel Catanzarese, molestava la ex: divieto avvicinamento per giovane

Matteo Brancati

Catanzaro, Russo: “Protocollo ricezione atti esteso per migliorare servizi ai cittadini”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content