Calabria7

Al via il G20 a Roma. Corteo di protesta di giovani e sindacati

Sorrisi, saluti con il pugno, strette di mano e brevi colloqui. Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha accolto alla ‘Nuvola’ dell’Eur i leader mondiali in arrivo a Roma per partecipare al Vertice del G20. Da Boris Johnson ad Angela Merkel al suo ultimo vertice dei 20 Grandi, da Joe Biden al turco Erdogan, al presidente francese Macron, Draghi ha fatto gli onori di casa prima della foto di famiglia che precede l’inizio ufficiale del summit.

Il corteo di sindacati e giovani

“Voi la malattia e noi la cura”, “Voi il G20 e noi il futuro” e “Insorgiamo”. Con questi striscioni in testa i manifestanti hanno aperto il corteo di piazzale Ostiense, a Roma. Da Ostiense i manifestanti – attese circa 5 mila persone – si sposteranno alla Bocca della Verità. Aderiscono alla protesta, oltre ai sindacati di base, anche le delegazioni dei lavoratori della Gkn e Ilva. I manifestanti hanno acceso torce e fumogeni. Secondo quanto spiegano gli organizzatori, sono arrivati 13 pullman da Firenze per la vertenza Gkn e per tutte le altre vertenze importanti. Tra le sigle presenti anche il Cobas. Uno spezzone importante del corteo è costituito dai sindacati di base mentre in testa al corteo ci sono le organizzazioni dei giovani come Fridays for future e gli ambientalisti.

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content