Calabria7

Allarme del Comitato «Vogliono ampliare la discarica di Celico»

discarica di celico tar

L’allarme del Comitato ambientale è diretto: vogliono ampliare la discarica di Celico. Sono gli stessi ambientalisti a denunciare la vicenda in una nota diffusa alla stampa.

Ampliamento della discarica di Celico

Da quello che scrive il Comitato ambientale la ex Mi.Ga, oggi E-Waste «tenta l’ampliamento» della discarica di Celico.

«Se qualcuno sperava che con la discarica quasi piena ci saremmo liberati presto di puzza, veleni, ordinanze illegali e quant’altro l’illusione è durata poco – accusa il Comitato ambientale – al Dipartimento Ambiente della Regione giace da qualche giorno una richiesta di ampliamento dell’impianto di Celico».

Il grido del Comitato: «Una nuova battaglia»

Aggiungono i componenti del Comitato ambientale «Ci attende pertanto una nuova battaglia che non possiamo perdere assolutamente, perché il rischio sarebbe quello di dover sopportare i disagi e respirare veleni per qualche altro decennio».

Per evitare l’ampliamento della discarica di Celico ci sarebbe una strada. Quale? La spiegano gli ambientalisti.

«Le condizioni per impedire l’ennesimo scempio ci sono tutte: la legge è dalla nostra parte e questa volta certamente non ci sarà il parere positivo di Comuni e Provincia e il silenzio del Parco. Il primo passo sarà la presentazione di osservazioni alla “verifica di assoggettabilità della Valutazione di Impatto Ambientale” da parte di istituzioni, movimenti e semplici cittadini».

Ma nonostante questo piccolo spiraglio «il Comitato ambientale Presilano è già pronto a presentare un proprio documento. Chiediamo a tutte le associazioni del territorio e anche a singoli cittadini di fare altrettanto. Siamo disponibili a fornire il nostro supporto tecnico e di coordinamento».

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Taglio abusivo di legna, denunciati padre e figlio

Matteo Brancati

“A Catanzaro non c’è il mare”: gaffe su Rai 1 a Linea Blu (VIDEO)

manfredi

A2 Cosenza, carreggiate chiuse tra Altomonte e Tarsia nord 

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content