Allarme Fentanyl in Europa, Mantovano: “La ‘ndrangheta sta valutando questo nuovo mercato”

“Questa droga, già presente in Portogallo e Gran Bretagna, è detta degli zombie, perché trasforma gli assuntori in mostri che camminano”, spiega il sottosegretario

“Quello del Fentanyl non è un traffico limitato agli Usa. In Ue ci sono segnali in Portogallo e Gb. La nostra intelligence segnala un interessamento della ‘ndrangheta anche se stanno testando il mercato per verificare la convenienza del suo inserimento sul mercato”. Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Alfredo Mantovano, durante la presentazione a Palazzo Chigi del “Piano nazionale di prevenzione contro l’uso improprio del Fentanyl e di altri oppiacei sintetici”.

La droga degli zombie

La droga degli zombie

“Questa droga – ha aggiunto il sottosegretario – è detta degli zombie, perché trasforma gli assuntori in mostri che camminano. Ha effetto analgesico ma al di fuori di tali circuiti sanitari sta sostituendo eroine e può causare morte dopo soffocamento. È a basso costo, ne basta poco. In Italia non c’è un’emergenza Fentanyl ma c’è negli Usa e non essendoci frontiere invalicabili è bene non trovarsi scoperti”. Da 68mila a 109mila decessi nel 2022, c’è un picco, e a essere colpiti sono i giovani. Il piano “è perché vogliamo muoverci in un’ottica di prevenzione”.

“Oggi i cattivi maestri sono ad esempio i rapper e non più gli apologeti del terrorismo. Su internet i loro testi sono facilmente rintracciabili e arrivano agli adolescenti senza filtri esaltando tale sostanza. Quindi le famiglie devono accrescere l’attenzione. È una allerta per tutti noi – ha aggiunto – è una responsabilità di tutti, così come tutti sono stati coinvolti dal Covid così questo fenomeno è all’attenzione di tutti”.

Schillaci: “Pericolo per la tutela della salute pubblica”

Interviene anche il ministro della Salute Orazio Schillaci, che sottolinea come “il Fentanyl rappresenta un pericolo per la tutela della salute pubblica. È usato per la terapia del dolore ma l’uso distorto ha un effetto devastante. Dosi anche piccole sono pericolose quindi è necessaria una prevenzione sul territorio. Ci sarà rafforzamento del monitoraggio, potenziati controlli dei Nas e controllo per evitare i furti. Stiamo allertando Regioni e farmacie a un’attenzione massima per evitare i furti”.

Effetto devastante per i giovani

“All’orizzonte c’è un pericolo devastante per i giovani, ha spiegato il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara, il Fentanyl è una sostanza 50 volte più pericolosa dell’eroina. Dobbiamo erigere una barriera, una muraglia: stiamo concludendo un protocollo con ministero dell’Interno, della Salute, la Conferenza delle Regioni e la presidenza del Consiglio dei ministri per elaborare una strategia unitaria, perch+e non ci siano singoli interventi. Poi abbiamo deciso di farne uno dei pilastri nelle linee guida alla educazione alla cittadinanza e di preparare i docenti, soprattutto i nuovi assunti: si prevede una formazione specifica per gli insegnanti”.

“Coinvolgere le famiglie”

Per il ministro è fondamentale, poi, “fare sì che i giovani siano protagonisti della discussione, è importante, come la strategia volta a promuovere il benessere, la salute, l’attività sportiva, credo dobbiamo iniziare a pensare ad un contrasto alla cultura della droga con gli strumenti volti a riempire i vuoti, dando motivazioni forti ai giovani, offrendo loro occasioni di riscatto, valorizzazione del sé e la consapevolezza che bisogna passare attraverso il coinvolgimento delle famiglie; dobbiamo realizzare una grande alleanza scuola-famiglia, aprire la scuola alla famiglia e fare capire la pericolosità delle droghe. Insieme, per combattere questo flagello che si approssima all’orizzonte, serve una scuola aperta al territorio e un piano di emergenza che abbiamo già studiato, nell’ipotesi sciagurata che le nubi si avvicinino di più, coinvolgendo le associazioni di famiglie e sindacati, in modo da avviare una grande campagna di sensibilizzazione”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved