AMA Calabria, a Lamezia Terme “Le parole non dette” del duo Adalisa Castellaneta e Lello Narcisi

Lo spettacolo di chitarra e flauto volge un’attenzione particolare alla musica colta dell’Ottocento e uno sguardo al mondo musicale contemporaneo

Un’attenzione particolare alla musica colta dell’Ottocento e uno sguardo al mondo musicale contemporaneo. Adalisa Castellaneta, alla chitarra, e Lello Narcisi, al flauto, domenica 7 aprile, alle ore 18:00, saranno i protagonisti di “Le parole non dette”, un concerto di estremo interesse che si svolgerà nel Foyer del Teatro Grandinetti Comunale di Lamezia Terme. L’evento, organizzato da AMA Calabria, è finanziato con risorse PAC 2014/2020 erogate ai sensi dell’Avviso Pubblico “Eventi di promozione culturale” emanato dalla Regione Calabria – Dipartimento Istruzione Formazione e Pari Opportunità – Settore Cultura”. “Assistere ad un concerto di Adalisa Castellaneta e Lello Narcisi – ha dichiarato il direttore artistico Francescantonio Pollice – ha sempre un fascino particolare. Ospitare due artisti di tale levatura è un grande onore per AMA Calabria. Un prestigio dovuto alla loro indiscutibile qualità musicale, che verrà sicuramente apprezzata da chi ama questo tipo di concerti”.

Chitarra e flauto, due strumenti in grado di creare atmosfere suggestive e che, grazie anche alla maestria del duo Castellaneta e Narcisi, immergeranno il pubblico in un’atmosfera raffinata. I due musicisti, da tempo acclamati per le loro innate qualità tecniche ed artistiche da critica e pubblico, affronteranno la giusta visione musicale brani di Robert Schumann, Franz Schubert, Sergej Vasil’evič Rachmaninov e della contemporanea Daniela Mastrandrea. “E’ proprio il brano della compositrice Daniela Mastrandrea “Le parole non dette”, inserito nel nostro programma che racchiude l’essenza dell’intero concerto”. Con queste parole i due musicisti presentano un concerto che guarda a universi musicali diversi. “La scelta di affiancare distanti linguaggi musicali, di reinterpretare dei leader lasciando che la frase musicale esprima da sola tutto il senso della scrittura, ha l’ambizione di portare l’ascoltatore alla verità del testo attraverso la sua personale percezione”, affermano.

Chitarra e flauto, due strumenti in grado di creare atmosfere suggestive e che, grazie anche alla maestria del duo Castellaneta e Narcisi, immergeranno il pubblico in un’atmosfera raffinata. I due musicisti, da tempo acclamati per le loro innate qualità tecniche ed artistiche da critica e pubblico, affronteranno la giusta visione musicale brani di Robert Schumann, Franz Schubert, Sergej Vasil’evič Rachmaninov e della contemporanea Daniela Mastrandrea. “E’ proprio il brano della compositrice Daniela Mastrandrea “Le parole non dette”, inserito nel nostro programma che racchiude l’essenza dell’intero concerto”. Con queste parole i due musicisti presentano un concerto che guarda a universi musicali diversi. “La scelta di affiancare distanti linguaggi musicali, di reinterpretare dei leader lasciando che la frase musicale esprima da sola tutto il senso della scrittura, ha l’ambizione di portare l’ascoltatore alla verità del testo attraverso la sua personale percezione”, affermano.

Adalisa Castellaneta e Lello Narcisi

Adalisa Castellaneta e Lello Narcisi esprimeranno nella loro esibizione una grande padronanza tecnica ed esalteranno ogni singola sfumatura, sostenendo e caratterizzando la scrittura originale dei vari compositori. Ogni brano regalerà sprazzi di autenticità e di profonda emotività perché, come da loro affermato “la musica non descrive ma evoca, l’esperienza di ascoltare si completa con quella del sentire, con tutto il corpo. La musica parla a ognuno in modo differente perché non usa le parole”. Sarà possibile assistere al concerto del duo Adalisa Castellaneta e Lello Narcisi con l’abbonamento sottoscritto per l’anno 2023-2024 oppure con l’acquisto del biglietto d’ingresso in vendita prima del concerto.

PROGRAMMA

Robert Schumann
Im wunderschönen Monat Mai
Hör’ich das Liedchen klingen
Am leuchtenden Sommermorgen

Franz Schubert
Serenata

Sergej Vasil’evič Rachmaninov
Zdes’khorosho (Op.21 N.7)

Daniela Mastrandrea
Il valzer dei pensieri
Le parole non dette
Il Grande Cinema di Nino Rota

Gli artisti

Adalisa Castellaneta – Diplomata con il massimo dei voti al Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” di Bari, ha studiato con Stefano Grondona all’Accademia Musicale Pescarese, con José Tomás in Spagna e all’Accademia Spagnola di Belle Arti a Roma. È stata allieva di Oscar Ghiglia all’Accademia Chigiana. La sua attività concertistica l’ha portata ad esibirsi in noti centri musicali in Italia e all’estero suonando per numerosi Festival, tra i quali: il Festival di Lubiana, l’International F. “Kiev Summer Music Evenings”, il F. “Arena di Verona”, F. della Valle d’Itria, F. Internazionale di Chitarra “Andrés Segovia” di Linares, F. Les Floraisons Musicales, F. di Toledo e Benicassim. È spesso impegnata a collaborare come solista con orchestre tra cui l’Orchestra Nazionale della Radio di Bucarest, Mannheim Chamber Orchestra, i Solisti Aquilani, Kielce Philharmonic Orchestra (Polonia), l’Orchestra Filarmonica Nazionale di Chisinau (Moldavia) e l’Orchestra della Radiotelevisione di S. Pietroburgo, Orchestra Filarmonica di Odessa. Per la RAI ha registrato musiche di Bach e Villa Lobos; in prima esecuzione assoluta ha inciso brani di Mauro, Emilia e Michele Giuliani, riscuotendo ampi consensi di critica. Vincitrice del concorso nazionale a cattedra per l’insegnamento della chitarra nei Conservatori, è attualmente titolare della cattedra di chitarra classica presso il Conservatorio di Musica “Nino Rota” di Monopoli. È spesso invitata a tenere Masterclass in diversi centri musicali europei.

Lello Narcisi – Diplomatosi con il massimo dei voti in Italia e in Svizzera, deve la sua formazione in particolare ai Maestri: A. Ragno, M. Ancillotti ed A. Oliva. Sin da giovane si dedica con passione all’insegnamento del flauto e della musica da camera, affiancando all’attività didattica una regolare attività concertistica in Italia e all’estero come solista e camerista. Suona in duo con Adalisa Castellaneta da più di vent’anni e in ambito cameristico ha collaborato con prime parti di orchestre e gruppi da camera tra i più importanti al mondo (Berliner Philharmoniker, La Scala, Santa Cecilia, Maggio Musicale Fiorentino, Royal Concertgebow, Il Giardino Armonico ecc.). Nel 2011 ha vinto il concorso come docente di flauto al Pre-College del Conservatorio della Svizzera Italiana e nel 2015 è stato scelto dal M°Andrea Oliva come suo assistente nei corsi Bachelor e Master. Dal 2017 collabora regolarmente con il Colibrì Ensemble in qualità di primo flauto e solista. Il suo disco con il Furibondo String Trio uscito per Da Vinci Classics nel 2020 dedicato ai quartetti concertanti di Federigo Fiorillo, ha ottenuto una serie di prestigiosi riconoscimenti tra cui: 4 stelle su Classic Voice, 5 Stelle su MUSICA e la Gold Star come miglior disco di musica da camera ai Music and Stars Awards.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved