Calabria7

Amato, l’1 giugno confronto: “Non c’è libertà senza legalità, basta crederci”

Sabato 1 giugno alle ore 10.30, nell’anfiteatro Giovanni Paolo II di Amato, organizzato dallo locale Pro Loco, in collaborazione con il comune e la parrocchia, si terrà un momento di confronto e di approfondimento sul tema: “Non c’è libertà senza legalità, basta crederci”.

Interverranno il pubblico ministero Camillo Falvo, l’on. Wanda Ferro, componente della commissione nazionale antimafia, l’on. Arturo Bova della Commissione regionale contro la ndrangheta, Maria Teresa Morano, responsabile dell’associazione antiracket della Calabria, Elvira Iaccino dell’associazione “Libera”, il comandante della stazione dei carabinieri di Marcellinara, Antonio Magisano, Angelo Attanasio della Guardia di finanza di Catanzaro.

Porteranno i saluti: il sindaco Saverio Ruga, la presidente della Pro Loco, Evelina Mazzei, il parroco don Emanuele Gigliotti. Offriranno il loro contributo: Filippo Capellupo, presidente Unpli Calabria, e i docenti dell’istituto comprensivo di Marcellinara, Franco Critelli e Maria Paonessa. Modererà i lavori Katia Fiorentino. Scopo dell’iniziativa è quello di creare una attenta riflessione su un tema di grande attualità con riferimento ai principali valori ispirati dalla Costituzione per consentire al nostro Paese di continuare a definirsi civile.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, Celia: “Vicenda Amc sta raggiungendo livelli paradossali”

manfredi

Coppa Italia Serie C, amarezza Catanzaro: il Padova espugna il Ceravolo e vola in finale

Antonio Battaglia

Anas: conclusa prima fase pavimentazione su statale 280

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content