Calabria7

Amministrative, Klaus Davi: “Con me San Luca svolterà”

Il massmediologo Klaus Davi, candidato sindaco al comune di San Luca, ha dichiarato: «Se le cittadine e i cittadini di San Luca dovessero eleggermi sindaco il 26 maggio, uno dei primi atti del Comune sarà dedicare una via a Massimo Bordin. Lo ritengo il minimo che si possa fare per quello che Bordin ha rappresentato e continua a rappresentare per tutto il giornalismo italiano. Per le battaglie straordinarie che ha fatto il Partito Radicale a difesa del garantismo, ponendo sempre in testa all’agenda politica la giustizia. In questo modo auspico anche di testimoniare in modo non banale un pieno sostegno alla sopravvivenza di Radio Radicale che espleta un servizio pubblico prezioso e irrinunciabile che ha arricchito tutti noi italiani»

«Negare quello che ha significato San Luca -prosegue Davi intervistato dalla Radio Web in Germania.- per la storia di Duisburg sarebbe un atto idiota. Ma quelle persone non ci rappresentano. Non hanno nulla a che fare con la gente di San Luca. Quello che dice il grande magistrato Nicola Gratteri è sacrosanto. Qui la ‘ndrangheta c’è, non lo possiamo negare. Ma bisogna tentare di dare una prospettiva alle nuove generazioni. Per questo sono sceso in campo. Quello che mi dispiace è che il futuro della Calabria non sembra più interessare neanche ai Calabresi stessi. Qui la società civile quasi non esiste. A parole molti dicono di volersi impegnare ma poi si sentono troppo ‘fichi’ per fare un’esperienza del genere».

«Ma per fortuna ora la squadra c’è e si andrà a votare. Non ha idea di quanto affetto e ospitalità ho trovato in Calabria e a San Luca. Paura di essere ucciso? – ha detto Klaus Davi rispondendo a una domanda del network tedesco – Sì, ma a Milano. Ogni volta che esco di casa nel pieno centro penso ‘cosa mi potrà succedere?’. Solo qualche giorno fa hanno fatto un agguato a pochi metri da casa mia, in corso Italia, e poi mi parlano di San Luca! I milanesi sono i principali finanziatori della mafia perché è una città piena di drogati, ma nessuno ne parla».

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Foibe, a Catanzaro l’amministrazione comunale celebra il Giorno del ricordo

manfredi

Regionali, Oliverio: “A breve informerò Consiglio su data”

manfredi

Reggina, vietato sottovalutare il Rende: testacoda ad alta intensità

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content