Crisi di Governo, Di Maio scarica l’Udc: “Mai dialogo con chi è indagato per reati gravi”

“In queste ore siamo al lavoro per un consolidamento della maggioranza” ma “con la stessa forza con cui abbiamo preso decisioni forti in passato, ora mi sento di dire che mai il M5S potrà aprire un dialogo con soggetti condannati o indagati per mafia o reati gravi. E’ evidente che questo consolidamento del Governo non potrà dunque avvenire a scapito della questione morale, dei valori che abbiamo sempre difeso e che sono fondanti del progetto 5 Stelle”. Lo scrive il ministro Luigi Di Maio mentre sono in corso le indagini della Dda di Catanzaro che vedono coinvolto il segretario dimissionario dell’Udc Lorenzo Cesa.

Articoli correlati

Covid, a Varese scoperta una rarissima variante: finora un solo caso in Thailandia

Covid, un decesso e due nuovi casi positivi al Gom di Reggio Calabria

Caso Bergamini, il legale: “Sono stato autorizzato ad avere una copia integrale del fascicolo”