Calabria7

Anama Calabria: “Da inizio Coronavirus annullati oltre 20mila atti di compravendita immobili”

L’impatto del lockdown causato dal Coronavirus colpisce duramente le vendite delle case, tutto il comparto delle agenzie immobiliari in Italia e soprattutto in Calabria è una grande sofferenza.

Ad oggi, è stimabile che nelle sole prime tre settimane di isolamento sono stati sospesi e in parte annullati oltre 20.000 atti di compravendita di immobili. Dato ancora più preoccupante, registrato dalle migliaia di agenti immobiliari è la difficoltà di poter portare avanti il proprio lavoro in smart working con ripercussioni che influiranno su una ripresa del mercato alla fine di questa emergenza sanitaria. E’ preoccupante lo scenario descritto da Anama, l’associazione di categoria agenti immobiliari della Confesercenti per la quale il Presidente ANAMA Calabria Vitaliano Mongiardo, dice che c’è bisogno di avere segnali chiari da parte del governo, dalla possibilità di registrare online i contratti di compravendita alle proposte d’acquisto accettate, cosa che per i contratti di locazione è già possibile fare.
La registrazione online dovrebbe essere estesa anche ai contratti preliminari di vendita, alle integrazioni di contratti preliminari di vendita (seconda rata di caparra/acconto), alle risoluzioni del contratto preliminare di vendita e alle riduzioni di canone di contratti di locazione. Le recenti misure poste dal Governo sulle misure delle locazioni in essere hanno confermato il bonus del 60% con il credito d’imposta per le Locazioni C1 (lasciando fuori A10 Uffici) solo dimostrando il pagamento del canone.

Di seguito il testo di chiarimento dell’agenzia delle entrate:
L’agevolazione in esame ha la finalità di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica nei confronti dei soggetti esercitanti attività d’impresa nell’ambito della quale risulta condotto in locazione un immobile in categoria catastale C/1. Ancorché la disposizione si riferisca, genericamente, al 60 per cento dell’ammontare del canone di locazione, la stessa ha la finalità di ristorare il soggetto dal costo sostenuto costituito dal predetto canone, sicché in coerenza con tale finalità il predetto credito maturerà a seguito dell’avvenuto pagamento del canone medesimo.
Sperando che nel breve tempo possibile avremo come categoria la possibilità di tornare al nostro lavoro visto che siamo stati esclusi e non abbiamo ancora capito il motivo per il quale notai, banche e mediatori creditizi hanno potuto continuare a svolgere le loro attività e noi spesso attori principali siamo stati messi in “panchina”; più tardi scenderemo in campo e peggio sarà per tutto il comparto immobiliare e pertanto non sappiamo come reagiranno le banche con i clienti che hanno già in essere pratiche in valutazione ma i primi segnali non ci fanno ben sperare, se alla ripresa non si attueranno significativi cambi di rotta registreremo un significativo e conclamato blocco dei numeri già realizzati prima del lockdown.  Il sistema finanziario deve assolutamente reggere l’impatto anche con il supporto del fondo di garanzia Consap dove ci auguriamo lo Stato possa intervenire fortemente. Noi come categoria di agenti immobiliari sappiamo benissimo che non sarà facile riprendere dove avevamo lasciato. Il nostro lavoro, basato su relazioni empatiche e tante strette di mano, sarà una mera utopia nel prossimo futuro; in questo periodo di blocco, ci stiamo attivando con molta tecnologia che ci aiuterà a cambiare il modo di operare ed essere ancora una volta protagonisti e non semplici comparse nella ripresa dell’economia. Tale cambiamento porterà sicuramente all’apertura di nuovi scenari con tantissime opportunità lavorative. La nostra bravura consisterà nella celerità di cavalcare un nuovo “modus operandi”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Comune Catanzaro, pubblicati due bandi di concorso: le figure ricercate

Matteo Brancati

Corruzione a Catanzaro, Cgil Area Vasta: “Sconcertati”

Matteo Brancati

Agricoltura, Coldiretti Calabria: “Eliminare erbicidi scelta vincente”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content