Anniversario della strage di Cutro, Rete 26 febbraio: “Il governo non ha rispettato gli impegni”

Il gruppo annuncia una grande mobilitazione a fianco delle famiglie dei migranti per chiedere canali legali di ingresso

“Il governo non ha dato seguito ad alcuni degli impegni presi nello scorso mese di marzo nel corso dell’incontro svoltosi a Palazzo Chigi“. Lo afferma, in una nota, la Rete 26 febbraio, costituita da un gruppo di associazioni che si occupano di immigrazione dopo il naufragio del barcone di migranti a Cutro che costò la vita a 94 persone, 35 delle quali minorenni, e nel quale ci furono una decina di dispersi. La Rete 26 febbraio annuncia, per il primo anniversario del naufragio, “una mobilitazione a fianco delle famiglie dei migranti per chiedere canali legali di ingresso, contro le politiche europee dei respingimenti”.

I morti nel Mediterraneo nel 2023

I morti nel Mediterraneo nel 2023

Sono 2.571 le persone morte in mare solo nel 2023, secondo i dati dell’Organizzazione internazionale delle migrazioni e di Medici senza frontiere. La Rete 26 febbraio è nata con una duplice funzione: da un lato, offrire supporto alle famiglie delle vittime ed ai sopravvissuti, soprattutto nell’identificazione e nel rimpatrio delle salme. Dall’altro, denunciare le inadempienze istituzionali e politiche e le violazioni dei diritti umani, “che sono la causa di tutti i naufragi che purtroppo continuano nell’euro-mediterraneo e nel mare Egeo”.

“Per questo il 26 febbraio torneremo ad organizzarci. – afferma la Rete 26 febbraio in nota – E non per una semplice commemorazione simbolica o di facciata, ma perché accoglieremo nuovamente i familiari dei naufraghi e i superstiti, pronti a tornare sui luoghi del dolore. Organizzeremo una mobilitazione per ribadire le loro istanze e protestare contro l’Europa dei respingimenti”.

Le richieste della Rete 26 febbraio

“Chiediamo quindi verità e giustizia – sostiene ancora l’organizzazione – sui fatti della strage; ricongiungimenti e corridoi umanitari per le famiglie delle vittime del naufragio che si trovano nei loro Paesi di origine, così come promesso dal governo Italiano; identificazione, riconoscimento e degna sepoltura di tutte le salme delle persone coinvolte nel naufragio; revoca immediata degli accordi stipulati dall’Unione europea con Paesi terzi come Turchia, Libia e Tunisia, relativi al controllo esternalizzato delle frontiere e al respingimento delle persone in transito e canali di ingresso sicuri e legali per tutte le persone in fuga da povertà e crisi umanitarie”. (ANSA)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
Il Coruc, Comitato regionale universitario di coordinamento della Calabria, ha dato l'ok definitivo
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved