La Corte dei Conti bacchetta la Calabria: “Il Pnrr è praticamente fermo”

Una della misure del piano, quella che riguarda le infrastrutture su 5 miliardi e mezzo di dotazione, ha ancora spesa zero
Inaugurazione anno giudiziario Corte dei Conti Catanzaro

“Il Pnrr è praticamente fermo. Basta prendere il portale ‘Calabria Europa’ per vedere che una della misure del Pnrr, che è quella che riguarda le infrastrutture su 5 miliardi e mezzo di dotazione, ha spesa zero”. Lo ha detto il procuratore regionale della Corte dei Conti della Calabria Romeo, Ermenegildo Palma, in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario della magistratura contabile calabrese.

“Ciò significa – ha aggiunto Palma – che non è la paura della firma che blocca le iniziative della pubblica amministrazione, è qualcosa di più complesso che passa dalle norme ed anche dalla cultura di chi deve attuarle. Avendo norme più semplici e una propensione ad una maggiore responsabilità e nessuna paura della firma potremmo andare avanti a spendere tutti i soldi del Pnrr”.

“Ciò significa – ha aggiunto Palma – che non è la paura della firma che blocca le iniziative della pubblica amministrazione, è qualcosa di più complesso che passa dalle norme ed anche dalla cultura di chi deve attuarle. Avendo norme più semplici e una propensione ad una maggiore responsabilità e nessuna paura della firma potremmo andare avanti a spendere tutti i soldi del Pnrr”.

“Noi dialoghiamo con tutti nell’ambito del nostro ruolo – ha poi sottolineato il procuratore – che è quello di fare rispettare le leggi e i primi a rispettarle dobbiamo essere noi. Le norme che in questo momento regolano il processo contabile si è detto che non rispondono, secondo quello che è il nostro punto di vista, a quello che è l’interesse concreto ed effettivo dei cittadini. Ci dobbiamo fermare qua, perché la politica e il Parlamento sono il dominus, noi applichiamo la norma”.

“Certamente se lo spirito è quello di andare a verificare se queste norme fino a questo momento hanno funzionato o non si ha paura della firma – ha detto ancora il procuratore Palma – posso dire con assoluta certezza e senza essere smentito che il Pnrr, che è il principale obiettivo di un’accelerazione da parte della legislazione di favorire l’eliminazione di responsabilità perché si vada avanti, è praticamente fermo”. (ANSA)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved