Calabria7

Anziani picchiati ed insultati, chiuse indagini per 17 persone (Nomi)

anziani picchiati

All’interno di quella che è stata ribattezzata “La clinica degli orrori”,  gli anziani ricoverati nella “San Francesco Hospital” di Settingiano hanno subito senza possibilità alcuna di opporsi.

Schiaffi dietro la nuca, derisioni, atteggiamenti molesti, limitazioni della libertà di movimento verso persone anziane e già limitate nell’autonomia sono alcune delle pene inferte dagli operatori socio-sanitari educatori, infermieri professionali e direttore sanitario compreso. Indifferenti verso “i più elementari bisogni di assistenza dei degenti, hanno tenuto nei loro confronti una condotta  inutilmente severa, mortificante e in diverse occasioni molesta, persecutoria e violenta tale da incidere sulla qualità di vita degli anziani ospiti ,costretti a trascorrere l’intera giornata seduti sulle sedie posizionate in una sala comune”.

Il sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro Stefania Paparazzo ha chiuso le indagini nei confronti di 17 indagati  coinvolti nell’inchiesta sui presunti maltrattamenti nella casa di cura del Catanzarese. La Guardia di finanza ha quindi notificato il primo aprile 2019, su richiesta della Procura, un’ordinanza di misura cautelare, varata dal gip Francesca Pizi, agli arresti domiciliari per due operatori soci sanitari, il divieto di dimora per due oss, oltre a notificare 11 avvisi di garanzia.

Le presunte colpe del personale e del direttore della “clinica degli orrori”

Le indagini sono scaturite dalle denunce presentate dai familiari delle persone ricoverate nella struttura circa presunti maltrattamenti subiti dagli anziani. Le attività investigative, delegate dalla Procura di Catanzaro alla Guardia di finanza, sono state condotte anche con l’ausilio di intercettazioni ambientali audio-video e con di perizie tecnico-specialistiche di professionisti del settore sanitario. I 17 indagati saranno giudicati, a vario titolo, per maltrattamenti, sequestro di persona, lesioni personali colpose e falsità ideologica. Avranno 20 giorni di tempo per farsi interrogare o presentare memorie difensive, prima dell’eventuale richiesta di rinvio a giudizio.

Nel corso delle indagini, secondo l’accusa, è emerso che nella residenza sanitaria alcuni ospiti erano sottoposti a gravi e ripetuti maltrattamenti fisici e psicologici. I finanzieri avrebbero riscontrato maltrattamenti e vessazioni anche nei momenti di sonno degli anziani, costretti a trascorrere intere giornate in un corridoio, adibito a sala comune al piano seminterrato della struttura, seduti sulle loro carrozzine, oppure sulle sedie, dove si addormentavano anche in posizione innaturale, l’uno accanto all’altro, e dove erano, comunque, costretti a rimanere immobili e non disturbare l’operatore di turno preposto alla loro sorveglianza.

Gli indagati

L’avviso è stato notificato a Luca Pilato, Marco Rocca, Antonio Rotella, Francesco Voci, Antonio Munizza, Antonino Massara, Giuseppe Bonifacio, Anna Iannoccari, Antonio Papuzzo, Ruta Cerminara, Concetta Scarfone, Marco Amoroso, Maria Teresa Lucia Pontieri, in qualità di direttore sanitario della struttura, Luca Scardamaglia, Caterina Serratore, Etleva Ramaj e Antonio Lagrotteria.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Cis, Provincia Catanzaro presenta risultati

manfredi

Il litorale tirrenico cosentino va a fuoco. Pompieri in azione da ieri sera

Giovanni Bevacqua

Taglio abusivo alberi, sequestrata area nel Cosentino

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content