Appalti e corruzione a Pozzuoli, revocati i domiciliari all’ex Pd Nicola Oddati

Indagato dalla Procura della Repubblica di Napoli, l’ex dirigente dem è coinvolto nell’inchiesta sulla riqualificazione al Rione Terra

Revocati gli arresti domiciliari a Nicola Oddati, ex dirigente Pd indagato dalla Procura della Repubblica di Napoli nell’ambito di un’inchiesta su appalti e corruzione per la riqualificazione del Rione Terra di Pozzuoli. Tra gli altri indagati anche l’ex sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, l’ex presidente dell’Enit Giorgio Palmucci e l’imprenditore Salvatore Musella. Oddati era stato arrestato e portato in carcere il 15 gennaio scorso, 4 giorni dopo gli erano stati concessi i domiciliari.

Accolta la richiesta degli avvocati

Accolta la richiesta degli avvocati

Venerdì scorso la decisione della revoca dei domiciliari da parte del gip del Tribunale di Napoli, che ha accolto la richiesta presentata dai legali difensori, gli avvocati Paola Balducci e Vittorio Giaquinto. La revoca della misura cautelare emessa venerdì è stata notificata oggi ad Oddati, a Battipaglia (Salerno) anche in relazione alle condizioni di salute della figlia che si trova invece a Napoli.

Il processo con rito immediato ad aprile

Il 9 aprile, intanto, è fissato il processo con rito immediato davanti al giudice della settima sezione penale del Tribunale di Napoli. Il decreto di giudizio immediato del giudice per le indagini preliminari di Napoli, Antonio Baldassarre, emesso su richiesta della Procura – sostituto procuratore Stefano Capuano – riguarda l’ex sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, l’imprenditore Salvatore Musella e l’ex politico Nicola Oddati.

A Figliolia, ex primo cittadino di Pozzuoli, i magistrati contestano di avere ricoperto il ruolo di garante degli accordi collusivi per l’aggiudicazione di una gara all’impresa di Musella in cambio di somme di denaro, assunzioni e altre utilità. All’imprenditore Musella, invece, di essere il promotore dei presunti accordi collusivi. Ad Oddati, infine, in qualità di dirigente della Regione Campania e componente della direzione nazionale del Pd, di avere favorito Musella nella ricerca di relazioni e contatti per l’aggiudicazione degli appalti presso diverse amministrazioni pubbliche. Tutti gli indagati avranno modo di chiarire la propria posizione nel prosieguo dell’attività giudiziaria. (Fanpage)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il decesso poche ore dopo l'esame avvenuto con mezzo di contrasto. Disposto anche il sequestro della salma per effettuare l'autopsia
Basta Vittime invia all’Anas nuove immagini sui tratti già segnalati nei giorni di pioggia: "Si intervenga con urgenza"
Dall'artista Mimmo Rotella al Parco internazionale della scultura alla prestigiosa accademia delle Belle Arti
L'eccezionale racconto degli anni delle stragi di due autentici eroi, fidati collaboratori di Falcone e Borsellino, ingiustamente processati e assolti dopo venti anni
Disagi alla viabilità, nel tratto interessato dall'incidente, transito su unica corsia. Sul posto carabinieri e polizia stradale
Operazione della Polizia municipale e dell'Ufficio circondariale marittimo della Guardia costiera di Soverato
karpanthos
Nell'avviso di conclusione delle indagini compaiono nomi di alcuni politici, tra questi il sindaco di Cerva
Scoperto un sofisticato sistema di frode che ha consentito di compensare indebitamente debiti tributari e previdenziali con crediti fiscali inesistenti
Motisi è inserito nell’elenco dei latitanti di “massima pericolosità” del “programma speciale di ricerca” del Ministero dell’Interno
Termometro giù di 15 gradi rispetto ai giorni scorsi. Forti acquazzoni sulla fascia tirrenica e torna a nevicare in Sila
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved