“Apprendere insieme”, presentato progetto Usr-Regione per alunni con Dsa nelle scuole della Calabria

Con un finanziamento da 25 milioni il progetto individua precocemente e prende in carico gli alunni con Dsa in 360 istituti della regione
abusivismo

Si chiama “Apprendere insieme” ed è un progetto che vede coinvolti i Dipartimenti Salute e Istruzione della Regione e si propone, grazie ad un finanziamento di 25 milioni di euro, di intervenire per individuare precocemente e prendere in carico gli alunni con Dsa (Disturbi specifici dell’apprendimento) in 360 istituti scolastici della regione con il coinvolgimento delle cinque aziende sanitarie provinciali.
L’iniziativa è stata presentata dal presidente della Regione Roberto Occhiuto, dalla vicepresidente, dall’assessore all’Istruzione Giusi Princi e dalla direttrice dell’Ufficio scolastico regionale Antonella Iunti.
In Calabria, su una popolazione scolastica complessiva di 228.773 alunni sono 11.500 i portatori di Dsa – che presentano cioè problematiche legate a lettura, ortografia, grafia e calcolo – e solo 3.600 di questi risultano in possesso di una certificazione.

Certificati già 260 alunni

In ogni distretto sanitario delle Asp, è stato spiegato, saranno attivate una o più equipe dedicate agli istituti scolastici e composte da un neuropsichiatra infantile, uno psicologo e un logopedista che, su richiesta dei singoli istituti e dietro il consenso delle famiglie, interverranno nelle scuole per effettuare diagnosi, certificazione dei disturbi, supporto alle scuole e riabilitazione.
Solo nel primo trimestre di attività, si è partiti ad ottobre scorso, nei 300 istituti coinvolti sono stati segnalati oltre 300 studenti, 260 dei quali certificati. “Quello che presentiamo oggi – ha detto Occhiuto – è un bell’esempio di sinergia istituzionale. La Regione è impegnata l’Usr, con il Ministero e con le Asp per affrontare il tema dei disturbi dell’apprendimento che sono molto più diffusi di quanto si pensi e che generano uno stato di frustrazione psicologica in molti ragazzi i quali, poi. sono indotti ad abbandonare la scuola o ad avare scarsi profitti. Invece se fossero presi in carico per tempo si potrebbe garantire loro una vita migliore”.
Credo sia importante – ha aggiunto Occhiuto – investire risorse ma è altrettanto importante comunicare alle famiglie che questi problemi possono essere e risolti. In questo senso è importante quello che possono fare scuola e famiglia”. (Ansa)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La donna inizialmente non si trovava, ma in realtà si era rifugiata in una zona dell'abitazione non toccata dalle fiamme
La decisione è stata annunciata oggi, ma non è stata indicata una data di fine dell'agitazione
Le cinque province calabresi non brillano nella tragica classifica dei decessi
Sono circa 373.000 i candidati. Valditara: "Favoriamo la continuità didattica"
Nei giorni scorsi era stato chiuso un tratto di circa 80 chilometri per tre giorni di fila
A due persone gli agenti hanno ordinato di allontanarsi dal Comune di Tropea e di non potervi fare rientro per 3 anni
Il primo cittadino: "Navalny ha pagato con la vita il suo attivismo per la democrazia"
La cantautrice, che rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest 2024 che si terrà a Malmö, in Svezia, porterà on stage un nuovo racconto di sé
Il politico, nonché ex ministro, la pronunciò in Parlamento mentre stava affrontando la delicata questione dell’abolizione tassa sul macinato
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved