Calabria7

Arbitri calabresi in lutto, morto il ‘presidentissimo’ Orlando Bombardieri. Lunedì i funerali

di Danilo Colacino – Discusso, detestato e forse persino controverso, nell’espletamento di un ruolo assai scomodo. Ma anche amato e stimato come pochi nell’Aia calabrese e nazionale. Ecco chi era Orlando Bombardieri per quasi 21 anni alla guida dei fischietti locali – sempre con una straordinaria umanità, però anche la scaltrezza del dirigente di razza – in tempi in cui le designazioni arrivavano ancora per posta e poi con la chiamata di un altro ‘immortale’ dell’Aia calabra: Fausto Intieri, anch’egli deceduto appena una manciata di anni fa.

Osservatore nell’allora Can C Bombardieri, ‘congelato’ appunto per fare il Cra a tempo pieno, e poi proposto per diventare addirittura vicecommissario della medesima Commissione, ma con un rifiuto da parte del diretto interessato proprio per continuare a stare al vertice dell’Associazione nella sua terra a quei piani alti del vecchio edificio di Via Carlo V a Catanzaro. Un palazzo in cui condivideva gioie e dolori della funzione con un altro asso della scrivania, il presidente della Figc-Lnd Antonio Cosentino, suo storico amico.

Al di là dell’umana compassione, la scomparsa del ‘presidentissimo’ ha davvero chiuso un’epoca dell’Aia calabrese che fu e gettato centinaia di associati nello sconforto. Gente dell’Aia che lunedì potrà tuttavia salutarlo, rendendogli omaggio, per l’ultima volta nella chiesa dell’Immacolata alle 16.30.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Crotone in caduta libera, contro la Cremonese arriva il quinto ko consecutivo

Antonio Battaglia

Volley, Ravenna – Tonno Callipo: il resoconto del match

Mirko

Clamoroso in casa Reggina: esonerato mister Toscano, al suo posto pronto Stellone

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content