Calabria7

Armonie d’Arte, Massimo Ranieri in concerto

Archiviata con grande successo la stagione della lirica con le due rappresentazioni di “Pagliacci” e della “Tosca”, il parco archeologico di Scolacium e Armonie d’Arte Festival, diretto da Chiara Giordano, si aprono alla musica di più largo pubblico con un evento off del cartellone dell’edizione 2019. Lunedì sera, 26 luglio alle ore 22.00, arriva a Roccelletta di Borgia Massimo Ranieri accompagnato da una band di stelle della musica italiana per “Malìa Napoletana”, il concerto evento in cui rivisiterà i grandi classici della canzone napoletana. Straordinaria la formazione di musicisti composta da Stefano Di Battista ai sassofoni, Marco Brioschi alla tromba e al flicorno, Rita Marcotulli al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Israel Varela alla batteria.

Massimo Ranieri, dopo lo strepitoso successo ottenuto al Teatro “San Carlo” di Napoli, al Teatro “la Fenice” di Venezia e al Teatro “Petruzzelli” di Bari, presenterà anche allo Scolacium le canzoni del suo nuovo album Malìa, un viaggio attraverso i grandi classici della canzone napoletana rivisitati in chiave jazz. Da “Malafemmina” di Totò a “Dove sta Zazà”, passando per “Strada ‘nfosa” di Modugno e “Torero” di Carosone, Ranieri arriva al secondo capitolo del suo personale viaggio nella canzone napoletana declinata in questa speciale versione, iniziato nel 2015 con l’album “Malia – Napoli 1950-1960”, non tralasciando però i suoi successi di sempre da “Rose Rosse” a “Perdere l’amore”, da “Vent’anni” a “Erba di Casa Mia”. Malìa, realizzato con la produzione di Mauro Pagani e la direzione organizzativa di Marco De Antoniis, sorprende per eleganza e originalità: nella loro rielaborazione morbida e spesso intessuta di assoli ammalianti, i brani acquistano nuova eleganza grazie alla voce di Ranieri, dando vita a un mix ironico e frizzante tipico dell’espressività partenopea, ma al tempo stesso elegante e pieno di sfumature dal sapore americano.

Ne viene fuori un lavoro delicato, gentile e aggraziato, dove la voce di Ranieri disegna emozioni che dal vivo diventano ancora più intense. Un evento straordinario per chi ama la musica napoletana e, in generale, la musica leggera italiana, realizzato in collaborazione tra GFentertainment di Gianluigi Fabiano, Armonie d’Arte Festival e Fatti di Musica, il Festival del miglior live di Ruggero Pegna. Entrambi i Festival riconosciuti dall’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria quali “Grandi Festival Storicizzati Internazionali” per la valorizzazione del sistema dei beni culturali e per la qualificazione e il rafforzamento dell’attuale offerta culturale presente in Calabria. «L’attesissimo concerto di Massimo Ranieri – ha detto Chiara Giordano – è un evento della sezione off del nostro Festival, un fuori programma, nel segno dell’apertura di Armonie d’Arte ai più importanti promoter musicali del nostro territorio e dell’apertura ad artisti e musica del genere pop e di grande pubblico per l’indubbia popolarità di cui godono». I biglietti sono disponibili online su www.ticketone.it, nei punti Ticketone e presso la biglietteria del Parco Scolacium fino ad inizio concerto.

Redazione Calabria 7

Articoli Correlati

‘Corti Cosenza’, il 9 aprile incontro con Dario Brunori

Matteo Brancati

Soveria Simeri, successo per iniziativa ‘Corsa contro la Fame’

Matteo Brancati

Bronzi Riace, Criaco: “In esilio da 47 anni, tornino nella Locride”

Matteo Brancati