Arresto Francesco Pelle, il ministro Lamorgese: “Si rafforza l’immagine dello Stato”

Il ministro dell'Interno si complimenta con le Forze dell'ordine per l'arresto del latitante inserito nella lista dei più pericolosi
green pass

“Complimenti al Comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Reggio Calabria che, a seguito di una lunga e complessa attività investigativa coordinata dalla competente Direzione distrettuale antimafia, ha assicurato alla giustizia Francesco Pelle, inserito nella lista dei latitanti più pericolosi”. Lo ha dichiarato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, sottolineando “l’impegno e la determinazione di magistratura e forze dell’ordine nella cattura dei più importanti esponenti della criminalità organizzata fuggiti all’estero, sviluppando sempre più intense e proficue forme di cooperazione internazionale di polizia”. “Operazioni, come quella di oggi in Portogallo, rafforzano l’immagine dello Stato, unitariamente impegnato nella lotta ai sodalizi mafiosi in un momento estremamente delicato per il Paese, in cui l’aggressione criminale tenta di approfittare delle gravi difficoltà economiche e sociali”, ha aggiunto la titolare del Viminale.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
Sul posto oltre 15 unità dei vigili del fuoco che hanno lavorato per oltre un'ora nello spegnimento delle fiamme. Al via le operazioni per risalire alle cause del rogo
Sarà attivo il servizio sostitutivo via bus ma non si escludono disagi dal momento che l'intervento avviene nel periodo estivo
Avrebbero causato danni per circa mezzo milione di euro tra furto di energia elettrica e danneggiamenti ai contatori Enel
Secondo le ipotesi accusatorie avrebbero falsamente dichiarato un reddito inferiore rispetto alal soglia minima richiesta per legge
garbino
Ci sono anche due avvocati coinvolti nell'inchiesta della Dda di Catanzaro, nome in codice Garbino
Le armi vendute alle più importanti cosche calabresi, dai Giampà di Lamezia, agli Arena di Isola, ai Mancuso di Limbadi
La denuncia del consigliere regionale e presidente del Gruppo Misto a palazzo Campanella: "E' l'ora di cambiare registro"
Nella giornata della Legalità la clamorosa storia di un coraggioso imprenditore antimafia che finisce sottoprocesso dopo aver denunciato i suoi aguzzini
La rassegna diretta da Alessandro e Gianvito Casadonte dal 24 al 29 maggio coinvolgerà il pubblico degli studenti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved