Arriva al Teatro Auditorium Unical “Il fuoco sapiente”, con Toni Servillo

Lo spettacolo di Giuseppe Montesano nel cartellone di “Meridiano Sud”, un monologo straordinario e intenso

Uno dei registi e attori italiani più amati e affermati (inserito dal New York Times tra i 25 più grandi dei primi vent’anni del XXI secolo), capace di dividersi tra teatro (da Goldoni a De Filippo a Jouvet) e cinema con uguale strepitoso successo, torna al Teatro Auditorium Unical portando in scena un monologo straordinario e intenso. “Il fuoco sapiente” è quello che animava i greci e che noi abbiamo perduto. “Ma come abbiamo fatto?”. Citando “Il sonno dei prigionieri” di Platone, “oggi le catene non servono più, perché le catene siamo noi stessi. Oggi la caverna buia è ovunque, una velenosa rete invisibile. Sacrifichiamo l’anima e il pensiero al totem elettronico che ci deruba della nostra vita. Vivono per noi le nostre memorie esterne, gli avatar digitali, vivono della nostra morte”. Immaginazione attiva, verità, teatro. Il senso stesso di andare a teatro, svuotato, smarrito.

Con parole e concetti non banali, intervallato da dolenti e oblique versioni di grandi brani jazz a partire da “Summertime”, Servillo ci rimette davanti alla grandezza dei greci, quella “civiltà che pretendiamo di chiamare nostra. Ma il loro era un sentire, non solo un modo di pensare, di cui oggi siamo indegni”. I nostri simposi? “Cimiteri di pensiero, sbandieriamo io-me-mio sugli smartphone, i weekend di massa per farci invidiare”. […] i misteriosi greci […] maestri dell’occidente […] hanno acceso per noi il fuoco della bellezza nella poesia, nell’eros e nella conoscenza, un fuoco che ha creato un’intera civiltà: la nostra. […] Se non vogliamo spegnerci nella decadenza che chiamiamo modernità, dobbiamo ritrovare quel fuoco sapiente. Ma non finisce qui.

Proiezione speciale del film “Caracas”

Il 14 marzo alle 18:30 al Tau Cinema Campus Unical è in programma una proiezione speciale di “Caracas”, il nuovo film diretto e interpretato da Marco D’Amore, tratto dall’opera letteraria “Napoli Ferrovia” di Ermanno Rea, lo stesso autore che ispirò Mario Martone per “Nostalgia”. Prima della proiezione i protagonisti, Marco D’Amore e Toni Servillo, incontreranno il pubblico in sala in un incontro moderato da Bruno Roberti. Per partecipare all’incontro ad ingresso libero è necessario prenotarsi alla mail prenotazioni_cams@unical.it.

Per lo spettacolo invece in programma il 15 marzo, prevendite disponibili presso Inprimafila (Via Guglielmo Marconi, 140, 87100_Cs) – www.inprimafila.net – o al botteghino del teatro la sera stessa, prima dell’inizio degli spettacoli.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved