Arriva in Italia con 101 ovuli di cocaina nello stomaco: brasiliana arrestata all’aeroporto

La brevità del soggiorno ha indotto la Finanza ad eseguire ulteriori accertamenti nei confronti della donna proveniente da San Paolo

Trasportava 1,3 chilo di cocaina suddivisi in 101 ovuli. La Guardia di Finanzia in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, ha arrestato all’aeroporto Marconi una donna brasiliana proveniente dallo scalo di San Paolo che era arrivata a Bologna, via Parigi, ma sarebbe ripartita dopo pochi giorni. La brevità del soggiorno, soprattutto a fronte di un viaggio così lungo, ha indotto gli uomini delle Fiamme Gialle ha eseguire ulteriori controlli sulla passeggera.

Profitti per 150 mila euro

Profitti per 150 mila euro

Gli accertamenti medici hanno confermato i sospetti: la donna trasportava nello stomaco 101 ovuli contenenti 1,343 chili di cocaina, che, immessa sul mercato, avrebbe consentito profitti per 150mila euro. La cittadina brasiliana è stata arrestata in flagranza e trasferita nel carcere della Dozza, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il politico, nonché ex ministro, la pronunciò in Parlamento mentre stava affrontando la delicata questione dell’abolizione tassa sul macinato
Le vittime sono due agenti di polizia e un paramedico. L'aggressore è morto a sua volta puntando contro di sé l'arma e sparandosi
Negli anni, con lo sviluppo del noleggio in strada, la percentuale di incidenti, in alcuni casi anche mortali, è andato aumentando in modo esponenziale
Il nuovo documento, partendo dalle modalità con cui si presentano i sintomi, costruisce percorsi diagnostici differenti a seconda del profilo del singolo paziente
Per otto indagati il gip ha disposto la custodia in carcere e per uno gli arresti domiciliari
l'inviato
Le piccole attività commerciali alla canna del gas. Parla il presidente della Confcommercio: ecco cosa serve per rilanciare l'economia locale
È stata parzialmente distrutta la chiesetta della Vergine, ma fortunatamente al momento del fatto non c'era nessuno nel locale
Il tribunale ha accolto il ricorso degli avvocati della società, presentato dopo la chiusura dell'attività su decisione del Questore
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved