Calabria7

“Arrivate migliaia di cartelle esattoriali, molte sono pazze o già annullate”

“Dopo lo Stop per l’emergenza Covid-19, sono già arrivate, e sono in arrivo per i contribuenti, centinaia di migliaia di cartelle esattoriali, intimazioni di pagamento, addirittura preavvisi di iscrizioni ipotecarie da parte di Enti e Concessionario alla Riscossione. L’associazione dei consumatori “Difesa Consumatori e Contribuenti” denuncia come stia riscontrando come molte cartelle risultino “pazze”, già annullate, da sgravare, e prescritte. Il team legale dell’associazione, guidato dall’avvocato Cristiano Ceriello, contesta come in particolare le Prefetture stiano notificando ai contribuenti, a mezzo delle cartelle esattoriali del Concessionario, verbali per migliaia di euro a cartella, frutto di infrazioni i cui verbali sono stati già annullati, accolti e non dovuti.

Pagamenti non dovuti

“In particolare, – continua l’avvocato Ceriello – abbiamo potuto verificare molti casi di pagamenti non dovuti ed io stesso solo pochi giorni fa mi sono occupato innanzi al giudice di pace di Avellino di una cartella esattoriale da oltre 700 euro riferita ad un verbale da tutor già annullato nel 2017! e cioè con sentenza del Giudice Irpino (la n.ro 2756/2017). Chiaramente nel nuovo procedimento, il numero 978/2022, la cartella esattoriale è stata annullata, nuovamente annullato il verbale, e la Prefettura ulteriormente condannata alle spese”.

Cartelle prescritte o annullate

Ma l’associazione, sempre con l’avvocato Ceriello ed i propri consulenti, riscontra anche “la notifica di prime cartelle addirittura risalenti a ruoli del 2007 e 2008”, oltre che di intimazioni di pagamento a cinque giorni per cartelle prescritte e/o annullate da precedenti sentenze, mai sgravate da Enti e Concessionario. L’associazione ne ha rilevate molte, già oggetto di contestazione. Ma bisogna stare attenti, le cartelle esattoriali e le intimazioni di riscossione, hanno tempi brevi per le contestazioni, questi vanno dai 30 (per le contravvenzioni) a 40 (per ruoli previdenziali), sino ai 60 giorni (per la contestazione dei tributi). Pertanto non bisogna perdere tempo, alla notifica di cartelle “anomale”, ne va delle nostre tasche.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Ance Catanzaro, il 13 maggio al via Corsi BIM

Matteo Brancati

Multiservizi, sette anni senza contratto. La denuncia della Filcams Cgil Area Vasta

Damiana Riverso

Regionali, Cisl: “Lavorare su fragilità tessuto sociale”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content