“Arroganza mafiosa”: il sindacato della Polizia di Stato sulle intimidazioni al sindaco di Botricello

“Digli al tuo sindaco che lo ammazzo, lo sparo”: le parole di Pasquale Barberio, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa
botricello

“Simone Puccio, da quando era un giovane cronista giudiziario, in un territorio difficile com’è la Calabria, la sua penna, da sempre, è stata a difesa dei principi e dei valori dello Stato. Proprio per il suo alto senso dello Stato, Simone Puccio, da giornalista, è divenuto un amico ed un riferimento del Sindacato di Polizia”. Lo dice in nota il segretario Nazionale del Sindacato Fsp Polizia di Stato, Giuseppe Brugnano, in solidarietà al sindaco di Botricello, vittima di intimidazioni.

“Importanti iniziative a favore della legalità”

“Importanti iniziative a favore della legalità”

“Moderatore di importanti iniziative a favore della legalità e, soprattutto, in ricordo dei Servitori dello Stato in divisa che hanno perso la loro vita per servire il Paese. – continua Brugnano – Da amministratore del suo Comune, prima da consigliare di minoranza e poi da primo cittadino di Botricello, non ha mai fatto mancare il suo supporto istituzionale alle tante attività fatte dalle organizzazioni sindacali della Polizia di Stato, non possiamo dimenticare la targa affissa sulla facciata esterna del palazzo comunale di Botricello che porta il nome dei ‘nostri morti’ deceduti nel 92 in via D’Amelio come non possiamo dimenticare la piazza dedicata a Emanuela Loi il primo 19 luglio dopo essere stato eletto sindaco”.

“Arroganza criminale”

“Quanto emerso e reso pubblico in queste ore, cioè di non essersi chinato minimamente all’arroganza criminale, supporta la considerazione che abbiamo nei confronti dell’amico Simone Puccio che, per amore della sua terra, ha accettato di dedicarsi con forza alla politica in un contesto dove farla, tenendo distante l’ignobile mente mafiosa, non è proprio semplicissimo. Pertanto, vogliamo esprimere la nostra vicinanza e la nostra solidarietà al Sindaco Puccio invitandolo ad andare avanti e di non mollare di un solo centimetro innanzi alle squallide minacce di personaggi che devono trovare la loro collocazione nelle patrie galere”, conclude il rappresentante.

Le intimidazioni

“Digli al tuo sindaco che è una cosa ‘fetusa’, io non ho più niente da perdere, lo ammazzo, lo sparo”, ha detto Pasquale Barberio, nei cui confronti la Dda di Catanzaro ha chiesto una condanna a dieci anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa. Barberio è ritenuto il “terminale economico” della potente cosca Grande Aracri di Cutro per gli investimenti nel campo del turismo. La minaccia era rivolta all’architetto Salvatore Aiello, responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Botricello, e al sindaco Simone Puccio, che non riceveva Barberio. L’uomo sarebbe andato in escandescenze perché l’amministrazione intendeva eseguire un provvedimento divenuto definitivo nel 2021 su decisione del Consiglio di Stato all’interno di “Costa del Turchese”, noto villaggio turistico sulla costa costruito negli anni Ottanta dallo stesso Barberio. Poiché il sindaco non lo riceveva, Barberio si sarebbe rivolto al dirigente comunale pronunciando la minaccia.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La vicenda giudiziaria ha avuto inizio nel 2011. Gli inquirenti contestarono una lunga serie di abusi edilizi, realizzati a partire dal 1979
Antonio Decaro ha partecipato ad un incontro in Calabria con il senatore Nicola Irto, l'arcivescovo Giovanni Checchinnato e il sindaco Caruso
In programma numerosi appuntamenti durante due giorni, con maschere, sfilate e divertimento per i grandi e i piccoli
L'anno scorso le denunce di infortunio con esito letale sono state 1.041 in tutto il Paese, 49 in meno rispetto al 2022
L’iniziativa sarà aperta al pubblico e avrà lo scopo di valorizzare gli investimenti dell’amministrazione regionale nel settore turistico
Al convegno Fidapa ne discuteranno primari ospedalieri, ostetriche, docenti e avvocati all’istituto tecnico Malafarina di Soverato
La salma e la documentazione sanitaria sono state sequestrate per gli accertamenti. La verifiche medicolegali dovranno determinare le cause del decesso
Sul luogo carabinieri, polizia e polizia locale. Nessuna ipotesi è esclusa al momento, compresa quella di un gesto volontario
Il sindaco Giuseppe Falcomatà ha omaggiato la centenaria reggina con una targa di auguri e un omaggio floreale
Durante i controlli della Polizia di Stato nel Catanzarese gli agenti hanno trovato cocaina, hashish e due bilancini di precisione
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved