Arsenale delle cosche interrato tra le campagne della Locride

Ritrovate armi verosimilmente testimoni di moltissimi omicidi nel corso della guerra tra famiglie appartenenti alla criminalità organizzata locale

Due fucili d’assalto, una carabina di precisione, diverse centinaia di munizioni da guerra, nella disponibilità dei clan della zona, sono stati rinvenuti nel Reggino. In particolare, a Ciminà, i carabinieri della Compagnia di Locri, nel corso di una perquisizione domiciliare e locale di immobili e terreni, hanno sequestrato tre fucili da guerra con matricola abrasa, considerati armi clandestine e centinaia di munizioni di vario calibro, abilmente nascosti all’interno di un tubo in pvc sito in un’area rurale, in contrada Corte, di proprietà di una famiglia ciminese.

Arsenale tra le campagne

Arsenale tra le campagne

L’armamento bellico rinvenuto e sequestrato, interrato nel fondo agricolo con minuziosità, è risultato funzionante ed in buono stato di conservazione. Il vero e proprio arsenale da guerra, probabile testimone di moltissimi omicidi nel corso della guerra tra famiglie appartenenti alla criminalità organizzata locale, simboleggia il livello di violenza degli affiliati che, nel corso della loro esistenza, sono disposti all’utilizzo di qualsiasi strumento al solo fine di affermare il proprio “potere”.

Raffica di controlli

L’attività di polizia, si inserisce nel quadro di intensificazione dei servizi di controllo del territorio periferico della locride, finalizzati alla repressione dei reati in genere, con particolare attenzione alla detenzione illegale di armi. L’obiettivo è quello di reprimere il possesso – ma anche l’utilizzo – di armi clandestine e da guerra, di mappare le aree rurali più impervie del territorio di competenza, utilizzate nel tempo per sottrarsi alla giustizia e per occultare quanto di illegale detenuto dalle cosche locali. Decisivo, ancora una volta, il contributo dei Cacciatori di Calabria che, con l’abilità e intuito, dimostrano di essere capaci di scovare nei nascondigli naturali più impensabili, armi, munizioni e sostanze stupefacenti.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Chiamati a raccolta in città i catanzaresi che non potranno seguire la loro squadra del cuore in trasferta
La donna aveva trascinato l'ex coniuge in tribunale perché non pagava gli alimenti . Ottenuti i danni morali
A renderlo noto è il sottosegretario all’Interno Wanda Ferro. Per altre importanti chiese si stanno valutando altre fonti di finanziamento
"La partita di sabato prossimo sarà un’altra occasione per confermare il meraviglioso percorso realizzato da Vivarini, Iemmello e compagni"
Tre gli incontri sul territorio per il deputato già vice Ministro dell’Interno che sarà in provincia di Cosenza il prossimo giovedì 23 Maggio
I carabinieri hanno trovato in un fondo agricolo di proprietà dell'uomo 37 cani, 5 dei quali sprovvisti di iscrizione all'anagrafe canina
Il fatto è accaduto a Settingiano. L'esplosione probabilmente è stata causata da una fuga di gas. Sul posto Vigili del fuoco e carabinieri
Accolta la richiesta difensiva. Per i giudici di appello "non esiste la pericolosità sociale". Dimostrata la non appartenenza al sodalizio
Il documento firmato dal presidente della Giunta Regionale Occhiuto e dal comandante regionale della Guardia di Finanza Gianluigi D’Alfonso
Necessario l'intervento dei vigili del fuoco, oltre ai sanitari del 118 e ai carabinieri che hanno avviato i rilievi circa la dinamica del sinistro
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved