Calabria7

Artigiano di Catanzaro accusato di spacciare hashish nel negozio, arrestato

Un artigiano 66enne di Catanzaro, già noto alle forze dell’ordine, è accusato di spaccire droga nel suo negozio del centro storico. I carabinieri hanno sorpreso l’uomo con un panetto di hashish all’interno dell’attività commerciale. Durante il controllo dei carabinieri nell’esercizio, l’artigiano si mostrava molto teso ed inquieto e, ad un certo punto, credendo di non essere visto dagli investigatori cercava di disfarsi di un panetto di hashish, che aveva nella tasca del pantalone, gettandolo nella pattumiera per la raccolta dei rifiuti organici e, nel contempo, mettendo fuori del negozio il relativo secchio per la raccolta porta a porta dei rifiuti.

La perquisizione

Immediatamente i Carabinieri, accortisi dell’azione ed insospettitisi del fatto che non era né il giorno previsto per la raccolta dell’umido, né l’orario previsto per mettere la spazzatura all’esterno, bloccavano l’uomo recuperando dal secchio il panetto di hashish del peso complessivo di 40,5 grammi. In seguito, nel negozio veniva trovato anche un bilancino di precisione ed un coltello da cucina intriso di hashish, che adoperava per produrre le dosi da spacciare. La perquisizione è proseguita anche presso la sua abitazione dove è stata rinvenuta una sola dosa invenduta di hashish del peso di 0,5 grammi. L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri di Catanzaro Santa Maria e la droga posta sotto sequestro a disposizione della Procura della Repubblica di Catanzaro.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Incendio in deposito mangimi nel Catanzarese, indagini in corso

Matteo Brancati

A cena fuori nonostante sorveglianza speciale, arrestato 28enne a Catanzaro

manfredi

Il sottosegretario Nesci ricorda Inzitari: “La mentalità mafiosa avvelena i territori”

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content