Calabria7

Asp di Catanzaro, M5S: voglia di chiarezza su dimissioni Bagnato

positiva catanzaro

Voglia di chiarezza tra i parlamentari M5S di Catanzaro che ora si interrogano sul motivo delle dimissioni di Bagnato.

«Occorre immediata chiarezza sulle dimissioni, per ora soltanto verbali, del prefetto a riposo Domenico Bagnato dalla commissione straordinaria dell’Asp di Catanzaro, azienda sciolta per infiltrazioni mafiose». Lo affermano, in una nota, i parlamentari M5S di Catanzaro Paolo Parentela, Bianca Laura Granato, Giuseppe d’Ippolito e Francesco Sapia, che di recente avevano presentato un’interrogazione parlamentare ai ministri dell’Interno e della Salute «per sapere se l’ex prefetto dell’Asp di Catanzaro, Bagnato, sia un massone iscritto in qualche loggia o se ne abbia fatto parte».

«La rinuncia all’incarico da parte dell’ex prefetto – proseguono i parlamentari 5 Stelle – deve essere motivata senza indugi. Chiaramente la vicenda è molto delicata in quanto caratterizzata da un dubbio persistente, che va sciolto al più presto. Sarebbe infatti inammissibile, e nel caso andrebbero individuati e puniti tutti i responsabili, che un appartenente alla massoneria possa guidare un’azienda sanitaria, peraltro commissariata per ‘ndrangheta e con risaputi problemi di legalità e notorie incrostazioni di potere».

«Proprio per assoluta trasparenza chiediamo a Bagnato – concludono i parlamentari del M5S– di spiegare pubblicamente le ragioni della scelta di dimettersi dall’Asp di Catanzaro, non ancora formalizzata: l’assenza di una risposta potrebbe non scagionarlo dalla ipotesi “Bagnato-massone” precedentemente formuata. Lo chiediamo per il rispetto che meritano i cittadini e le istituzioni calabresi. In ogni caso, attenderemo risposta dai ministri interrogati, che a riguardo sollecitiamo, perché le amministrazioni pubbliche della Calabria devono essere libere da ogni opacità e possibile condizionamento, altrimenti è del tutto inutile e addirittura farsesco che vengano commissariate».

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Episodi di bracconaggio nel Catanzarese, scattano sequestri e denunce

Alessandro De Padova

Coronavirus, assessore Gallo chiede sostegno al governo per il settore agricolo

Matteo Brancati

La Questura di Catanzaro saluta il vicario Aurelio Montaruli

Alessandro De Padova
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content