Attacchi sessisti a una professionista di Catanzaro, la condanna delle donne della maggioranza consiliare

"Noi resistiamo a tutte le barbarie e che impediremo che si torni indietro", affermano le componenti del civico consesso
comune catanzaro

“Scusate se esistiamo. Nel film “Scusate se esisto”, una donna italiana, architetto di successo in Inghilterra, decide di tornare nel suo Paese, ma per trovare lavoro deve travestirsi da uomo. Consigliamo la visione di questo film esilarante e molto significativo, interpretato dalla bravissima Paola Cortellesi, alla persona che ha cinicamente infilato nel tritacarne mediatico una professionista impegnata nel sociale, la cui unica colpa è quella di essersi candidata in una lista che sosteneva il sindaco Fiorita. Questa professionista, da anni in prima linea sul fronte dell’antiviolenza sulle donne e del sostegno ai minori a rischio, si è trovata catapultata in una gogna mediatica, divenuta oggetto di scherno e allusioni di tipo sessista, umiliata nella sua dimensione di donna e di professionista. Tutto ciò per una cinica e scientifica vendetta consumata nei confronti di un partito politico e per una inaccettabile voglia di rivalsa per ruoli non ottenuti”. Lo si legge in una nota congiunta di Marinella Giordano, Donatella Monteverdi, Marina Mongiardo, Giuseppina Pino, Daniela Palaia, Manuela Costanzo, Igea Caviano, Giulia Procopi.

Una “lapidazione preventiva”

Una “lapidazione preventiva”

“È stata una ‘lapidazione preventiva’ – proseguono le componenti del Consiglio comunale di Catanzaro – poiché questa professionista non ha mai messo piede nell’amministrazione e non sappiamo se lo farà in futuro. Ma consigliamo la visione del film anche a quei consiglieri, uno in particolare che ha rivestito ruoli di vertice nell’amministrazione, che hanno utilizzato questa valanga di fango, diffondendola su larga scala su varie chat per un cinico tentativo di screditare il sindaco Fiorita e la sua amministrazione. Magari sono gli stessi consiglieri che prendono la parola in Consiglio comunale per denunciare le discriminazioni e le violenze contro le donne, che sono pronti a firmare le petizioni contro le violenze sulle donne in Iran e in Afghanistan. E’ stato così toccato il fondo della lotta politica in questa Città”.

“Impediremo che si torni indietro”

“Quanto squallore in questa vicenda che tocca tutte le donne impegnate in politica e nel sociale. Tutto ciò ci riporta indietro di mezzo secolo, si dà fiato a chi sostiene che le donne violentate in fondo se la sono cercata e che se una donna ottiene successo è solo per il suo aspetto. Alla professionista scientificamente ‘lapidata’ non ci limitiamo ad esprimere una generica solidarietà. Le diciamo che noi esistiamo, che noi tutte esistiamo e come, che noi resistiamo a tutte le barbarie e che impediremo che si torni indietro”, concludono le componenti del civico consesso.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'inchiesta è partita nel 2022 a seguito di un esposto dell’architetta Clara Stella Vicari Aversa bocciata in un concorso per ricercatore
Sul posto giunti prontamente i sanitari del 118, che hanno trasportato le tre persone in ospedale
Le risorse sono state individuate attraverso la rimodulazione del Piano di Sviluppo e Coesione Calabria 2014-20
Sul posto prontamente intervenuti anche l’Anas, i carabinieri e la polizia municipale
Si attende la testimonianza del macchinista che è riuscito a salvarsi. Migliorano le condizioni dei feriti
La targa posizionata sulla panchina riporta la frase ben nota "Posto occupato da una donna che non c'è più, portata via dalla violenza"
Lo ha deciso il gip del tribunale di Catanzaro. L’esito dell’udienza di convalida d’arresto ha confermato l’ordinanza genetica
Il Pontefice ha precisato di non avere più la febbre ma di prendere ancora antibiotici
L'operazione è stata portata a termine da agenti locali in collaborazione con la polizia italiana. Il 55enne era ricercato dall'Interpol
Necessario l'intervento della Polizia per sbloccare la viabilità e l'interminabile fila all'altezza di un fast food
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved