Calabria7

Aumentano contagi a Villa Torano, sindaco: “Vivremo via crucis”

coronavirus torano

“Non sono d’accordo con la proprietà di Villa Torano e con quanto dichiarato da Poggi”. Lo ha dichiarato il sindaco Lucio Franco Raimondo nel corso di un intervento durante la trasmissione Articolo 21, condotta da Lino Polimeni, in onda su CalabriaTv.

E’ il Primo Cittadino di Torano Castello a dichiarare i primi dati ufficiali arrivati dopo i tamponi eseguiti su pazienti, dipendenti e coloro entrati in contatto. Sono 26 i residenti nel suo comune – ha dichiarato – racconterò tutto in diretta ai miei concittadini su Facebook. “Sono risultati positivi anche tre bimbi, di 1 anno, di 2 anni e di 11. Alcuni di questi bambini hanno giocato con altri. Non si sono rispettate le regole a Pasqua. E su come sia entrato il contagio questo ora poco importa. A prescindere dalle dichiarazioni i pazienti di Villa Torano devono essere trasferiti. Lo chiedo all’Asp. Non possono restare lì, per la tutela dell’intero comprensorio”.

Dunque, diventano 26 i positivi e molti altri contagi sono a rischio. “Andava fatto lo screening prima – ha detto il sindaco Raimondo – l’errore non c’è stato evidentemente. Il problema andava prevenuto e forse avremmo evitato questa via crucis che ci attende”. Polemiche nei confronti dell’Asp di Cosenza e sulle eventuali responsabilità della proprietà.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Incendio in magazzino a Cosenza, fiamme domate

Matteo Brancati

Coronavirus: al via la app Immuni, in azione in 4 regioni pilota

Andrea Marino

Cosenza, le minoranze politiche si oppongono: “Occhiuto torni a casa”

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content