Aveva sotterrato un kalasnikhov nel giardino di casa: arrestato 24enne nel Lametino (VIDEO)

Un altro giovane è stato arrestato per aver fatto esplodere ordigno rudimentale davanti all’ingresso di un circolo ricreativo
ragazza violentata trieste

Due distinte ordinanze di custodia cautelare, emesse dal Tribunale di Lamezia Terme, su richiesta della Procura della Repubblica, sono state eseguite nella giornata di ieri dal personale del Commissariato di P.S. Lamezia Terme nei confronti di due giovani lametini. 

Il primo arresto

In esecuzione del primo provvedimento, i poliziotti, hanno tratto in arresto I.S., 24enne, ritenuto responsabile dei reati di ricettazione e detenzione abusiva di arma da guerra. Le indagini erano state avviate nello scorso mese di luglio dalla Squadra Investigativa del Commissariato, quando, a seguito ad una perquisizione effettuata presso l’abitazione dell’odierno indagato ed estesa alle pertinenze nella disponibilità dell’uomo, erano stati rinvenuti oltre 2 kg di sostanza stupefacente del tipo marijuana e hashish, oltre ad un modesto quantitativo di cocaina. In quella circostanza I.S. era stato tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione di sostanza stupefacente. Durante la perquisizione, il fiuto del cane antidroga “Digos” del Reparto Cinofili di Vibo Valentia, aveva segnalato un punto specifico di un terreno posto nelle vicinanze dell’abitazione dell’indagato. Il particolare aveva indotto i poliziotti a scavare nel luogo indicato, rinvenendo, a circa 30 cm di profondità, un involucro di plastica ben sigillato, all’interno del quale era custodito un fucile mitragliatore Norinco cal. 7,62X39 mm., considerato la copia del ben più noto Kalasnikhov, completo di due caricatori. 

I successivi accertamenti tecnici balistici e dattiloscopici effettuati dal Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica di Reggio Calabria hanno consentito di accertare il perfetto funzionamento dell’arma e di rilevare le impronte papillari di I.S. sull’involucro in plastica utilizzato per custodire e proteggere la stessa, una volta interrata. Tali risultanze investigative che hanno determinato l’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di I.S. il quale, trovandosi già sottoposto agli arresti domiciliari, dopo le formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Catanzaro.

Domiciliari per un 24enne

Il secondo provvedimento restrittivo eseguito dai poliziotti del Commissariato fa riferimento alla misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Lamezia Terme, a carico di un altro 24, I.S., pregiudicato lametino, ritenuto responsabile di danneggiamento e minaccia a seguito dell’esplosione di un ordigno rudimentale dinanzi l’ingresso di un circolo ricreativo cittadino avvenuta nello scorso mese di marzo. Anche qui le indagini compiute dalla polizia fin dal primo intervento della Squadra Volante sul luogo dell’esplosione e proseguite con attività investigativa supportata anche da intercettazioni telefoniche, avevano consentito di acquisire rilevanti elementi di responsabilità penale a carico di I.S. 

All’indagato, colpito da misura cautelare in carcere all’esito delle indagini, furono concessi gli arresti domiciliari, successivamente revocati per di gravi motivi di salute, superati i quali, su richiesta della locale Procura della Repubblica, il G.I.P. presso il Tribunale di Lamezia Terme, ritenendo positivamente valutabili le ulteriori evidenze investigative acquisite dal personale operante della Polizia di Stato, disponeva il ripristino degli arresti domiciliari nei confronti di I.S. I relativi procedimenti pendono in fase investigativa.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel corso dell'incontro sarà presentato il dossier elaborato dai circoli locali di Legambiente basato sulla campagna di monitoraggio effettuata su alcune aste fluviali
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved