Calabria7

Avevano coltivato 300 piante di cannabis, arrestati padre e figlio

I Carabinieri della Stazione di Oppido Mamertina hanno tratto in arresto Domenico e Michele Moio, rispettivamente di 60 e 25 anni.

I due, agricoltori del luogo, sono accusati di essere responsabili della coltivazione di una piantagione di marijuana.

Padre e figlio sono stati arrestati in esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Palmi a seguito di richiesta del Dott. Giorgio Panucci della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi.

Dalle indagini, condotte da personale della Stazione Carabinieri di Oppido Mamertina unitamente a personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria” e dell’8° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Vibo Valentia, è emersa la responsabilità del Domenico Moio, in concorso con il figlio Michele, nella coltivazione di oltre 300 piante di cannabis rinvenuta nel settembre 2018.

Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati tradotti presso il Carcere di Reggio Calabria Arghillà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Saracinesche abbassate e manifesti a lutto: la protesta dei commercianti a Crotone

Antonio Battaglia

Crisalide, la Cassazione annulla con rinvio l’ordinanza del Tdl per Gualtieri

manfredi

Regionali, si allarga il fronte dei sindaci: “Serve cambio di rotta, ripartire dai territori

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content