Azienda unica Catanzaro, D’Ippolito condivide preoccupazione sindacati

pugliese-ciaccio

“Condivido in pieno le preoccupazioni e le necessita’ espresse da importanti sindacati della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria dell’Asp di Catanzaro, a proposito della progetto di integrazione tra il policlinico universitario e l’ospedale del capoluogo della Calabria”.

Lo afferma, in una nota, il deputato M5s Giuseppe d’Ippolito, che aggiunge:

Lo afferma, in una nota, il deputato M5s Giuseppe d’Ippolito, che aggiunge:

“Il mancato confronto del legislatore regionale con le organizzazioni sindacali di categoria, da queste a ragione lamentato, dimostra che e’ in atto il tentativo di procedere alla svelta alla creazione di un nuovo mostro giuridico, il secondo dopo la Fondazione Campanella a trazione Mater Domini, peraltro senza tenere conto dell’esperienza e del parere illuminante dei professionisti sanitari coinvolti e senza considerare, lo ribadisco, le richieste e gli appelli alla ragionevolezza e alla visione d’insieme che il Movimento 5stelle ha rivolto con costanza ai rappresentanti politici regionali.

Sono convinto – prosegue il parlamentare 5stelle – che il metodo seguito dal Consiglio regionale e’ del tutto sbagliato e inizia a rivelare l’esistenza di interessi e propaganda elettorali nei vecchi partiti, che non c’entrano nulla con la dovuta tutela del diritto alla salute delle popolazioni interessate ne’ con la valorizzazione del personale delle strutture chiamate in causa.

A breve contattero’ i sindacati, i sanitari e i comitati civici, anche del Lametino, con l’obiettivo – conclude D’Ippolito – di costituire un fronte comune al fine di discutere dell’integrazione in modo approfondito ed evitare problemi successivi, inclusa l’impugnativa da parte del governo. Chiedo al presidente Nicola Irto di promuovere anche un apposito incontro, in Consiglio regionale, con una delegazione di parlamentari 5stelle”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Il presidente americano: "Per colpa sua e di quello come lui dobbiamo preoccuparci di un conflitto nucleare"
Diciannove persone sono finite in carcere e 3 agli arresti domiciliari. Tra i reati contestati, a vario titolo, anche ricettazione e sequestro di persona
Oltre ai destinatari dei provvedimenti cautelari, nei due procedimenti penali risultano indagate complessivamente 40 persone
l'inviato
I residenti puntano il dito contro Comune e Aterp e da anni chiedono la messa in sicurezza degli alloggi popolari che rischiano di collassare
Tajani unico candidato alla segreteria, mentre secondo gli analisti il presidente della Regione Calabria dovrebbe essere "il favoritissimo" numero 2
L'uomo, stando alle prime notizie, sarebbe stato colto da un arresto cardiaco che non gli ha lasciato scampo
Per gli appassionati della montagna la buona notizia è che restano aperti la cabinovia e i rifugi di monte e di valle
"La causa principale di ciò che accade nel Mediterraneo è del neocolonialismo e di chi obbliga le persone a intraprendere questo viaggio"
"Vado avanti perché sono libera, e voi no", ha dichiarato la presidente dell'associazione Crisalide. È il terzo caso nelle ultime settimane
Sul posto sono presenti, oltre ai soccorritori, le squadre di Anas e delle Forze dell’Ordine per la gestione della viabilità in loco
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved