Calabria7

Ballottaggio a Cosenza: Franz Caruso e i suoi nuovi alleati all’indomani degli apparentamenti

di Maria Teresa Improta – In sintonia. Si presentano così agli elettori i nuovi alleati del centrosinistra in vista del ballottaggio per il rinnovo del Consiglio comunale di Cosenza. In apertura dell’ultima settimana di campagna elettorale Franz Caruso, Bianca Rende e Fabio Gallo hanno pubblicamente manifestato l’unità di intenti nel proporre una candidatura unitaria alle urne il 17 e 18 ottobre. La parola d’ordine che ripetono è discontinuità, lontani dalla Giunta Occhiuto che propone la candidatura del vicesindaco Francesco Caruso. Questa mattina, sotto i portici di Palazzo dei Bruzi, Franz Caruso ha promesso l’assunzione di 2.000 cosentini. “Posti di lavoro che – come ha oggi annunciato il candidato Franz Caruso sotto i portici di Palazzo dei Bruzi – sarebbero realizzati attraverso un Protocollo di Intesa tra Ministero del Lavoro, Regione Calabria e Comune di Cosenza. Un atto che intendo da Sindaco sottoporre alle istituzioni coinvolte per facilitare l’ingresso nel mercato di almeno 2000 persone della nostra città. Trasformando il lavoro senza diritti e senza tutela, in lavoro dignitoso per tutti. Questo si fa stabilizzando i precari e sottraendo i lavoratori al bisogno e alla sottomissione. Mi impegnerò in questa direzione. Dobbiamo invertire la tendenza di chiedere il “posto” al politico, la responsabilità di un sindaco non è di fare il collocatore, ma di creare le condizioni per dare lavoro a tutti. Un diritto, non un piacere, un privilegio. Abbiamo a disposizione i mezzi per dare sollievo alla disoccupazione con questo protocollo che consente di attingere ai 4,9 miliardi di euro messi a disposizione per le politiche integrate del lavoro”.

Bianca Rende: “Doveroso nei confronti degli elettori”

La candidata Bianca Rende a sua volta ha incontrato la stampa nel pomeriggio di oggi parlando delle condizioni che hanno portato a optare per il sostegno a Franz Caruso. “Domenica mattina abbiamo parlato del metodo da utilizzare. E’ stato un confronto franco e cordiale, – ha affermato Bianca Rende – pubblicamente ha aderito alle nostre proposte. Puntiamo a una Giunta di altissimo profilo, totale trasparenza e rotazione degli incarichi. Vorremmo dire basta alle gestioni amicali, vorremmo una città dei diritti e non dei favori. Siamo in linea con la discontinuità, saremo pronti a ricrederci. Ci siamo distinti interpretando il bisogno di dare una svolta che la città anela, lo abbiamo dimostrato incassando 4.550 voti liberi assegnati alla coalizione che mi vedeva candidata alla città. E’ doveroso nei confronti di chi ci ha premiato lottare fino alla fine per dire basta all’amministrazione Occhiuto e chiedere ai nostri elettori di votare Franz Caruso. Non neghiamo di venire dal centrosinistra, mi colloco in maniera naturale in quest’area che fa parte della mia tradizione. Non si può pensare di consegnare la città alla destra che ci lascia in eredità una Cosenza in ginocchio”.

Fabio Gallo si appella a De Cicco e Civitelli

Dopo le 21:30 l’aspirante sindaco Franz Caruso è apparso in diretta facebook con al fianco il candidato del movimento Noi Fabio Gallo che porta in dote oltre 700 voti. “Abbiamo parlato del programma, – ha spiegato ai propri elettori Gallo – dei progetti che ci stanno molto a cuore. Sono diverse le iniziative che vogliamo realizzare per dare risposte alla cittadinanza a partire dal centro storico. Abbiamo proposto di mettere insieme in uno scrigno tutto il patrimonio culturale della città. Una Fondazione Cosenza per rivitalizzare questo capitale e far sì che crei economia. Non come è stato fatto con i box art poi abbandonati. Siamo sicuri che Franz Caruso sia capace di mettere le competenze al posto giusto in modo di far fruttare gli investimenti pubblici. Questa politica ha badato all’immediatezza, all’immagine, perdendo il senso della città e delle sue priorità”. Fabio Gallo rivolgendosi a coloro i quali non hanno ancora deciso, come i candidati De Cicco e Civitelli, ha affermato: “Vi siete presentati alle urne lontani dalle politiche dell’amministrazione Occhiuto. Avete preso tante preferenze, non temporeggiate, andiamo avanti in questa occasione per voltare pagina. Andiamo a prendere la fascia tricolore per Franz Caruso”.

Franz Caruso: “Linguaggio della verità”

“Sono contento perché abbiamo parlato il linguaggio della verità, – ha detto Franz Caruso in diretta al fianco di Fabio Gallo – condividendo una posizione politica netta di opposizione determinata nei confronti di un’amministrazione di cui non approviamo le azioni di governo. Vogliamo rispettare le scelte politiche dell’elettorato. A me piace ascoltare per ampliare le mie conoscenze e confesso di aver arricchito la proposta ai miei elettori con il contributo di Fabio. L’idea della Fondazione Cosenza presente nel suo programma, con la gestione unitaria dei beni pubblici insieme a privati con esperienza, significa poter creare profitto. Entrambi crediamo che dobbiamo lavorare per ottenere una legge speciale per recuperare Cosenza Vecchia e avere i fondi per intervenire. Immediatamente bisogna lavorare sul dissesto idrogeologico del centro storico che rischia di farlo scomparire nei prossimi secoli. Il nostro intento è invece di  restituirlo ai nostri nipoti meglio di come non sia oggi. La nostra deve essere una squadra che risponde alla collettività, non a noi stessi. Quando Fabio mi ha parlato della cittadella della vita ho pensato sia una soluzione bellissima per disabili e persone non autosufficienti, da allargare a chi ha malattie invalidanti. Un’idea concreta per supportare i familiari e pensare al malato anche nella fase del ‘dopo di noi’, affinché sia curato con la dignità che meritano tutti gli esseri umani. Possiamo farcela. Questo sarà un periodo di vita che dedichiamo alla nostra città per proiettarla nel futuro”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Caso Petrini-Pittelli”, Bisi (Goi) alla Gds: “Non esistono logge coperte o fratelli ‘riservati’. Quella non è Massoneria”

Danilo Colacino

Laterale Film Festival: in arrivo la Terza Edizione

manfredi

Corbelli (Diritti civili): “Chiudere la Calabria e lasciare aperte le scuole è una follia”

bruno mirante
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content