Bambina di due anni azzannata da un pitbull e ricoverata in gravi condizioni

Il cane, che era incustodito, ha attaccato la piccola ferendole i piedi. La piccola è stata trasportata in codice rosso in ospedale
bambino pitbull

Una bimba di appena due anni e mezzo è stata azzannata ai piedi da un pitbull. E’ successo giovedì pomeriggio a Canepina, in provincia di Viterbo. Da una prima ricostruzione dei fatti sembra che la piccola al momento del ferimento si trovasse in piazza Garibaldi, quando improvvisamente il cane, che in quel momento girava libero, l’avrebbe attaccata ferendole i piedi. La piccola è stata trasportata in codice rosso all’ospedale Belcolle, dove tuttora è ricoverata.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo forestale. I militari durante le indagini hanno riscontrato gravi irregolarità commesse dal proprietario del cane. In particolare l’omessa custodia di animali pericolosi e la mancata iscrizione del cane all’anagrafe canina. Per le violazioni l’uomo sarà sanzionato, mentre per le lesioni cagionate dal suo cane alla piccola interverrà l’autorità giudiziaria. Intanto i carabinieri forestali in collaborazione con il servizio veterinario dell’Asl, stanno svolgendo le indagini per ricostruire la dinamica dell’aggressione.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo forestale. I militari durante le indagini hanno riscontrato gravi irregolarità commesse dal proprietario del cane. In particolare l’omessa custodia di animali pericolosi e la mancata iscrizione del cane all’anagrafe canina. Per le violazioni l’uomo sarà sanzionato, mentre per le lesioni cagionate dal suo cane alla piccola interverrà l’autorità giudiziaria. Intanto i carabinieri forestali in collaborazione con il servizio veterinario dell’Asl, stanno svolgendo le indagini per ricostruire la dinamica dell’aggressione.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La Perla del Tirreno si converte alle vacanze di lusso. Lo scorso anno si sono registrate 500mila presenze e, solo dalla tassa di soggiorno, il Comune ha incassato un milione e 150 mila euro
Fine settimana contrassegnato dall'anticiclone africano soprattutto nelle regioni meridionali
"Difendiamo il prodotto italiano" è lo slogan della mobilitazione degli agricoltori
Tra i rifiuti bruciati c'era anche della plastica, i cui fumi inalati rischiano di provocare un avvelenamento da sostanze chimiche tossiche e danni alla trachea, alle vie respiratorie e ai polmoni
È il modello che viene utilizzato per il versamento di tributi, contributi e premi e permette, nella stessa operazione, anche la compensazione di eventuali crediti
In genere avviene dopo 10 anni, ma ci sono anche casi in cui interviene prima: in quali casi succede
Da gennaio 2024 sono stati confermati 5 cinque casi nella stessa regione
L'Intervista
Lo scenario prefigurato dal docente Unical che estende il problema a tutto il Paese: "Lo Stato rischia di fallire"
l'inviato
In 200 vivono nel totale degrado in uno degli angoli più nascosti della tanto osannata Perla del Tirreno. Mezzo secolo di promesse e mancate risposte
Si tratta di due migranti di circa 30 anni, accusati di reati contro il patrimonio e la persona
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved