Calabria7

Banche, Mancuso (Adusbef): nuova definizione di default penalizza famiglie e imprese

“Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura…direbbe Dante Alighieri nella Divina Commedia. E proprio nel bel mezzo, di un momento di sperata ripartenza economica e sociale da parte di imprese e di famiglie, viene ad imporsi una volontà di ripristinare l’ideale di un economia in tensione, dopo un periodo di avversità che ha colpito tutta l‘umanità per l’ emergenza epidemiologica.
Infatti dal 1 gennaio 2021 è entrata in vigore la nuova definizione di default (classificazione della parte inadempiente) prevista dal Regolamento Europeo relativa ai requisiti prudenziali di classificazione del credito, più stringenti da parte delle banche”. E’ quanto si legge, in una nota, di Adusbef Calabria.

“Chi ha il conto corrente scoperto anche per 100 euro e per un periodo di 90 giorni, – prosegue la nota –  rischia di vedersi bloccato tutti gli addebiti automatici come bollette e forniture o anche finanziamenti”.
Tale stretta evidenzia l’avv. Elena Mancuso, responsabile dell’ Adusbef Calabria e membro del Direttivo Nazionale dell’ Adusbef associazione specializzata nel settore bancario e finanziario, “in questo momento storico metterà in difficoltà non solo molte famiglie , ma anche le aziende più piccole per le quali sarà non difficile ma impossibile ottenere prestiti. Si perde ogni criterio di tolleranza, da parte delle banche, anche per piccole scoperture. Le nuove regole non ammettono più la compensazione tra le diverse posizioni del debitore. In concreto – rileva Mancuso –  questo significa che paradossalmente si può essere segnalati come cattivi pagatori, per un ritardo di pagamento di una rata di finanziamento anche di 100 euro, anche se si ha la disponibilità del fido per poterla pagare. Ciò significa che non saranno più possibili nemmeno piccoli sconfinamenti e questo vuol dire per molti artigiani, commercianti, piccoli imprenditori e anche per molte famiglie di non poter più usufruire di quella flessibilità e tolleranza, che in questa fase cosi critica a causa degli effetti economici della pandemia Covid, sono necessari per far fronte ai pagamenti di utenze e anche delle rate di mutui, di stipendi o i contributi per i lavoratori”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Serie B, ecco le designazioni arbitrali per la 27^ giornata

Antonio Battaglia

Protezione Civile: al via a Lamezia Terme il raduno formativo

Matteo Brancati

Torna a casa e trova tre ladri che scappano a bordo di un’auto

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content