Calabria7

Barca a vela incagliata tra gli scogli, salvate 30 persone nella Locride

Una barca a vela con a bordo 30 migranti di varie nazionalità, tutti di sesso maschile, ha cercato di raggiungere la notte scorsa la spiaggia di Brancaleone, nella Locride, incagliandosi però ad alcune decine di metri dalla riva. Ad accorgersi del tentativo di sbarco sono stati i militari della Guardia Costiera di Roccella Ionica e i carabinieri della compagnia di Bianco impegnati in un servizio notturno di controllo del territorio via mare e via terra. Dopo l’abbordaggio e il disincagliamento, il natante con a bordo i migranti, lungo una quindicina di metri, è stato trainato in sicurezza fin dentro il porto “Delle Grazie” di Roccella Ionica dai militari della Guardia Costiera. Appena sbarcati nella struttura portuale, i migranti sono stati sottoposti al test del tampone molecolare anti Covid-19 e in seguito, su disposizione della Prefettura di Reggio Calabria, momentaneamente sistemati in una struttura di primo soccorso e accoglienza messa a disposizione dal Comune della Locride. A coordinare le indagini sull’ennesimo sbarco avvenuto lungo la costa ionica reggina, sono gli investigatori della Polizia di Stato del commissariato di Siderno. Con l’arrivo di stanotte è salito a ben 9 il numero degli sbarchi di migranti nella sola Locride negli ultimi 40 giorni.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, i migranti bloccano la statale per protestare contro l’isolamento

Mirko

La calma dopo le liste. I primi passi (tra tour e social) dei 4 candidati alla Presidenza

Sergio Pelaia

Scacco alla mafia nigeriana, operazione internazionale: arresti e perquisizioni anche in Calabria

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content