Calabria7

“Basso Profilo”, lascia il carcere il figlio del finanziere D’Alessandro

Il Tribunale del Riesame ha emesso un’ordinanza relativa alla posizione di Luciano D’Alessandro, figlio del finanziere anche lui indagato nell’operazione  “Basso Profilo”, l’indagine che ha coinvolto sia esponenti delle cosche mafiose del crotonese e del catanzarese, che politici anche di rilievo nazionale, nonché imprenditori e dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Crollata l’aggravante mafiosa

I giudici del collegio ha attentamente riesaminato la posizione dell’indagato, il quale era detenuto nella casa circondariale di Lecce, ed ha ritenuto di accogliere le istanze formulate dall’avvocato difensore Enzo De Caro eliminando l’aggravante mafiosa  e alleviando la posizione carceraria dello stesso al quale sono stati concessi gli arresti domiciliari nel suo domicilio.
D’Alessandro, secondo l’accusa, era da ritenere responsabile di essersi associato con altri soggetti e di aver partecipato ad un’operazione in Albania per la quale tutti gli associati si riproponevano di introdursi nei gangli della Pubblica Amministrazione al fine di trarre vantaggio per l’attività commerciale aperta in Albania.
Con il provvedimento di oggi la posizione del D’Alessandro è stata notevolmente alleggerita e solo per questo è stato possibile un ridimensionamento sia dell’accusa che della posizione cautelare.
Il difensore dell’indagato, Enzo De Caro, si è dichiarato soddisfatto per il risultato ottenuto e soprattutto del ridimensionamento della misura cautelare. Secondo il collegio difensivo, del quale fanno parte anche gli avvocati Arcangelo De Caro, Davide De Caro e Maria Laura De Caro, la nuova ipotesi di reato, certamente meno grave rispetto a quella qualificata dal gip, è il primo passo per una rimessione in libertà dell’indagato.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

La Divina Commedia arriva al teatro Politeama di Catanzaro

Andrea Marino

‘Ndrangheta: Catanzaro, riprese audizioni Commissione antimafia

Mirko

Appello ai catanzaresi: “Piantate un albero nella pineta di Siano”

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content