Calabria7

Bausone chiarisce a Mattino5 in che modo il Prati Gate riguarda la Ferro

di Danilo Colacino – Gossip e politica, niente di nuovo sotto il sole. Innumerevoli gli scandali succedutisi nel corso degli anni. Alcuni dei quali, veri o presunti che fossero, perfino responsabili della caduta di Governi o sufficienti a stroncare brillanti carriere, singole o di gruppo. Ma una novità c’è. E sostanziale. Il verificarsi di casi eclatanti al tempo dei social e delle centinaia di organi di stampa, talvolta per la verità sedicenti, dell’odierna realtà con una serie di contenitori riservati all’intrattenimento, televisivo e radiofonico, che si dedicano alla particolare materia. Un dettaglio non da poco nella specifica discussione.

Il ruolo di Alessia Bausone nel dipanare l’intreccio fra il Prati Gate e la deputata Wanda Ferro. Le telecamere di Mattino5 si sono accese ieri in un bar di Lido per registrare l’intervento della dirigente del Pd calabrese, a breve in onda sulla rete ammiraglia della holding del biscione, su una faccenda che da settimane sta incollando alla tv milioni di spettatori. Inedite le dichiarazioni rese dalla vulcanica Alessia, a suo modo protagonista della singolare vicenda, al programma di Federica Panicucci sul fenomeno mediatico definito ‘Prati Gate’. Durante l’intervista, che sarà trasmessa lunedì prossimo, è stata confermata la versione dei fatti che la stessa Bausone ha già raccontato al sito di Roberto D’Agostino, Dagospia, sul ‘ghost husband’ più famoso d’Italia: Mark Caltagirone, of course.

La tesi della Bausone. Il famigerato ‘marito fake’ dell’ex storica compagna del compianto Walter Chiari e regina del Bagaglino avrebbe contattato Alessia nel gennaio del 2018 al fine di screditare la parlamentare Ferro (allora entrata in consiglio regionale da qualche mese al termine di un’estenuante battaglia legale, coronata da una sentenza a lei favorevole emessa dalla Consulta, contro una legge che l’aveva esclusa, pur da sfidante principale, sconfitta dal governatore Mario Oliverio alle elezioni di novembre 2014). Appare chiaro, quindi, come la donna politica – ora membro di spicco di FdI – ad avviso della Bausone sarebbe stata indebitamente coinvolta nella speciosa vicenda addirittura con epicentro a Catanzaro. La ‘patinata’ Alessia ha infatti accusato le agenti della Prati di orchestrare maxibufale in base a un rodato canovaccio fatto di profili falsi: dal Pm Simone Coppi al modello Dan Diabolik, che approcciano vip con tali modalità.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Contro la libertà”, uno spettacolo dirompente al Comunale (VIDEO)

Carmen Mirarchi

Catanzaro, Rotundo: “Ritorno a scuola tra ansia e interrogativi”

Mirko

Sentenza Tar su Oss Pugliese-Ciaccio, Costanzo: “Continuerò a fare da sentinella”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content