Calabria7

Beccato sulla statale 106 con un chilo di cocaina, arrestato 33enne dopo fuga

cocaina

I carabinieri di Cirò Marina lo hanno intercettato sulla strada statale 106 dopo che aveva lanciato un pacco contenente droga e si era dato alla fuga. Successivamente i militari di Badolato, comune in provincia di Catanzaro, lo hanno arrestato. È accaduto venerdì 22 gennaio durante alcuni controlli svolti dai carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Cirò Marina.

I fatti

Nel corso del servizio svolto nella frazione di Torretta di Crucoli, sulla statale 106, è stato controllato l’automobilista di una Renault che, attirando l’attenzione dei carabinieri, aveva fatto una breve sosta poco prima di imbattersi nel controllo stradale. Il comportamento dell’uomo di 33 anni, residente nella provincia di Reggio Calabria, ha incuriosito da subito i carabinieri i quali sono andati a verificare se lo stesso si fosse liberato di qualche oggetto nell’area in cui si era fermato poco prima.

La fuga

L’uomo a quel punto è risalito improvvisamente a bordo del veicolo e, invertendo il senso di marcia, è fuggito in direzione di Crotone. I militari, intanto, avevano recuperato, dall’area in cui il giovane si era fermato prima di essere controllato, una confezione in cartone contenente più di 1 kg di cocaina e alcuni oggetti, tra cui arnesi da lavoro e un telefono cellulare.

I carabinieri hanno dato inizio all’inseguimento del giovane allertando tutte le Centrali operative delle Forze di olizia lungo il tragitto in direzione di Catanzaro. Infatti, proprio all’altezza del comune di Badolato, una pattuglia dei carabinieri della Compagnia di Soverato ha fermato il soggetto in fuga, bloccandolo per poi procedere, insieme al personale della Compagnia di Cirò Marina, al suo arresto per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata al traffico illecito. La direzione della Procura della Repubblica di Catanzaro ha disposto l’immediata traduzione nel carcere locale.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Lei non blocca sms molesti, Cassazione assolve 30enne catanzarese

manfredi

Detenuto aggredito da altri detenuti in carcere Paola

manfredi

Estorsioni, ostentava legami con la ‘ndrangheta: calabrese arrestato in Veneto

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content